Rave party al Righi, task force "social" per prevenire il fenomeno

L’assessore alla sicurezza Stefano Garassino: «I rave party vengono organizzati attraverso tam tam sui social, che sono monitorati dalle forze dell’ordine e dalla Municipale in modo da bloccarli sul nascere»

Rave party non autorizzati, musica, droga e alcol fino alle prime luci dell'alba. La situazione al parco del Peralto sulle alture del Righi, che già negli anni passato aveva creato problemi agli abitanti della zona, è approdata in consiglio comunale grazie all'interrogazione a risposta immediata di Lorella Salvini.

La consigliera della Lega ha segnalato due recenti interventi delle forze dell'ordine e della Polizia Locale, decisivi per interrompere le feste non autorizzate. «Poiché in questi raduni vi è, spesso, il consumo di droga e alcol anche da parte dei minori - ha chiesto la Fontana - , quali misure sono allo studio dell’Amministrazione per impedirne lo svolgimento e preservare la zona del Peralto?».

L’assessore alla sicurezza Stefano Garassino ha risposto: «I rave party vengono organizzati attraverso  tam tam sui social, che sono monitorati dalle forze dell’ordine e dalla Polizia Municipale in modo da bloccarli sul nascere.  Assicuro che l’attenzione a questo fenomeno è costante. Queste feste, illegali e abusive, spesso raggiungono numeri impressionanti in termini di partecipazione, per questo abbiamo già da tempo creato, noi con la Polizia Locale ma anche la Questura, una task force sui social per raccogliere le date in cui verranno organizzate e riuscire a intervenire prima che si radunino troppe persone. Una volta che diventano 500 o 600 diventa un fenomeno difficile da gestire in loco, quindi cerchiamo di intervenire prima. Recentemente al Peralto siamo riusciti a evitare una di queste situazioni».

Potrebbe interessarti

  • La leggenda dell'isola di Bergeggi

  • Perché San Giovanni Battista è il patrono di Genova?

  • Ristoranti, vita notturna e shopping: così il Guardian promuove Genova

  • La leggenda del ponte dei suicidi a Carignano

I più letti della settimana

  • Alla Fiumara apre un nuovo negozio

  • Cibo mal conservato, chiuso ristorante

  • Accoltella un uomo alla gola, fermato da poliziotta "cintura nera"

  • Resta bloccata in un parcheggio e sfonda il cancello con l'auto

  • La leggenda dell'isola di Bergeggi

  • Perché San Giovanni Battista è il patrono di Genova?

Torna su
GenovaToday è in caricamento