Non cianuro ma sale grosso, svelato il "mistero" del sacchetto di Molassana

Rientrato l'allarme scattato martedì dopo il ritrovamento di una sostanza bianca in via Emilia: la conferma da Arpal

Non pericolosissimo cianuro di potassio, ma innocuo sale grosso: questo conteneva il sacchetto abbandonato per strada in via Emilia, a Molassana, che martedì ha fatto scattare l'allarme soprattutto tra i padroni di cani.

Le analisi di Arpal, che ha raccolto alcuni campioni e li ha inviati ai propri laboratori, hanno confermato che nel sacchetto non era presente veleno, ma granuli di cloruro di sodio, il banale sale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il ritrovamento aveva spinto la Locale a transennare la strada e attivato i vigili del fuoco del nucleo battereologico: colpa non solo dell'aspetto della sostanza, ma anche dell'odore avvertito da alcuni passanti nei pressi del sacchetto, un effluvio di mandorla tipico del cianuro di potassio. Ipotesi smentita dalle analisi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto fatale con un'auto, addio a Emanuele Bonzani

  • Le Frecce Tricolori martedì a Genova: quando e da dove vederle

  • Trovato morto sulle alture di Sestri Ponente, lutto per Giuseppe Terramagra

  • Coronavirus, Bassetti: «Il virus sembra avere perso forza, basta con il bollettino delle 18»

  • Cade nel fiume e batte la testa, muore nel trasporto in ospedale

  • Coronavirus, solo 17 nuovi contagi nelle ultime ore

Torna su
GenovaToday è in caricamento