De Ferrari, dopo 5 anni di nuovo in funzione le fontane laterali sotto la Regione

Si tratta dei getti che zampillano sul lato del palazzo dell'Accademia Ligustica, rimessi in funzione dopo i lavori effettuati per impermeabilizzare il sottosuolo

Piove sul bagnato, recita l'adagio, in questo caso però in senso positivo: riaprono infatti oggi, dopo 5 anni di stop e sotto una pioggia battente, i getti della fontana di piazza De Ferrari posizionati sul lato su cui si affaccia l’Accademia Ligustica di Belle Arti.

I getti sono stari rimessi in funzione alle 13, nel giorno della Festa della Bandiera, facendo avanzare di un ulteriore tassello il completo ripristino della fontana, formata oltre che dalla parte centrale anche da tre fontane a siepe realizzate nel 2001 su progetto dell’architetto Bernhard Winkler per schermare visivamente e acusticamente la parte pedonale della piazza da quella carrabile.

Il primo lato a venire ripristinato era stato, lo scorso anno, quello del palazzo della Regione Liguria. Aster ha quinti proseguito i lavori realizzando il rifacimento completo della pavimentazione in cubetti con demolizione del sottofondo, per poter realizzare un nuovo massetto armato utilizzando, insieme con il calcestruzzo, un additivo chimico cristallizzante che, oltre a rendere il massetto impermeabile, riduce il fenomeno del ritiro e della fessurazione dello stesso.

Il problema principale dei getti, che ha portato allo stop, erano infatti le infiltrazioni. Ed è per questo che il sottofondo è stato ulteriormente impermeabilizzato con la posa di una membrana in resina poliuretanica prima di procedere nuovamente con la pavimentazione. A lavori conclusi, anche la seconda è stata quindi in grado di ripartire, garantendo il completo ricircolo dell’acqua e di conseguenza anche un risparmio in termini di consumo idrico. All’appello mancano dunque soltanto i getti del lato del Palazzo della Borsa.

Potrebbe interessarti

  • Mangiare sul mare: secondo Forbes in Liguria due ristoranti tra i più belli d'Italia

  • La curiosa storia della scalinata "delle Caravelle"

  • Fabrizio De André: «Da dove viene la nostalgia che tutti noi abbiamo di Genova?»

  • Cos'hanno in comune il Matitone e il grattacielo più alto del mondo?

I più letti della settimana

  • Lanciano monetine al concerto di Salmo, il rapper: «Ci stiamo divertendo, chi è che ha pagato il biglietto per disturbare?»

  • Schianto in moto in Francia, muore centauro genovese

  • Mangiare sul mare: secondo Forbes in Liguria due ristoranti tra i più belli d'Italia

  • Sequestrati i Bagni Liggia: il titolare promette battaglia

  • Sabato l'addio al giovane 'fighter' morto in A7

  • La curiosa storia della scalinata "delle Caravelle"

Torna su
GenovaToday è in caricamento