Alluvione in valle Stura, si lavora su frane e viabilità. Attesa per la riapertura della ferrovia

A Campo Ligure e Rossiglione proseguono gli interventi per la messa in sicurezza dei numerosi fronti franosi. Liberate le griglie del torrente Berlino, sabato riapre la Genova - Ovada

Proseguono i lavori di messa in sicurezza del territorio della valle Stura dopo l’alluvione dello scorso lunedì. In questi giorni i vigili del fuoco stanno lavorando insieme con la protezione civile e gli uomini dei Comuni interessati - Rossiglione e Campo Ligure - sulle varie frane, che sono poi le situazione che preoccupano maggiormente. 

Il personale GOS (Gruppo Operativo Speciale) dei Vigili del fuoco, specializzato nell'uso di mezzi necessari al movimento di terra, ha operato con escavatori e pale gommate per consentire il più rapido ritorno alle condizioni di normalità per le popolazioni colpite, rimuovendo fango e detriti sui diversi fronti. 

A Rossiglione, inoltre, è in corso l’intervento in somma urgenza finanziato da Regione Liguria per liberare le briglie del torrente Berlino dal materiale che le ostruiva dopo l’ultima settimana di allerte per il maltempo. 

L’intervento in somma urgenza si aggiunge e completa il lavoro di manutenzione delle opere idrauliche del torrente, finanziato con 200mila euro da Regione Liguria per dare risposta a una profonda ferita provocata dagli eventi alluvionali dell’autunno 2014, quando le briglie furono completamente intasate da materiale trasportato dalla forza della piena creando un pericoloso “effetto diga” che determinò l’esondazione del corso d’acqua.

«Entro pochi giorni il torrente tornerà in sicurezza, almeno per quanto riguarda l'ingombro della briglia - ha confermato il governatore ligure, Giovanni Toti - Inoltre stiamo ragionando di riportare a casa gli sfollati, che hanno diritto al contributo di autonoma sistemazione. I nostri tecnici hanno effettuato tutte le valutazioni sul fronte di versante della frana che ha investito i due condomìni di via Airenta, e abbiamo convocato per lunedì l’amministrazione comunale per fare il punto sugli interventi da mettere in campo per ridare il prima possibile l’agibilità alle case».

La frana di via Airenta - che lunedì ha investito anche un inquilino di uno dei due palazzi, ricoverato poi in ospedale in condizioni fortunatamente non gravi - sorge su un terreno privato, fatto che complica l’intervento pubblico: «Occorre un'ordinanza del sindaco che ci permetta di intervenire, e che mi auguro arrivi al più presto per consentire quanto prima il rientro delle famiglie nelle proprie abitazioni», ha detto Toti. Al Comune di Rossiglione è stata inoltre data disponibilità, da parte dell’Esercito, ad attivare un monitoraggio del territorio attraverso l’utilizzo di droni. Il Comune ha inoltre aperto uno sportello per fornire informazioni e richiedere il modello per la segnalazione dei danni alluvionali da parte di privati e imprese.

A Campo Ligure, giovedì si è riunito il Centro Operativo Misto, durante il quale si è affrontato anche il tema del ripristino della viabilità sulla statale verso Masone. Anas ha completato il distacco del fronte franoso in alto, e venerdì ha iniziato a togliere il materiale dalla sede stradale dopo un altro sopralluogo finalizzato a capire quanto dovrà ne essere asportato per riaprire la strada a senso alternato.  

Grande attesa, inoltre, per la riapertura della linea ferroviaria Genova - Ovada, interrotta ormai da lunedì: Rfi ha comunicato che i lavori dovrebbero terminare venerdì sera, e che la linea dovrebbe essere riattivata completamente sabato mattina consentendo così ai residenti della zona di spostarsi senza ricorrere al servizio di bus sostitutivi. Nel frattempo Rfi, su richiesta dell'amministrazione, ha confermato la realizzazione di un passaggio tra i binari per consentire l'accesso pedonale alla stazione di Campo Ligure in sicurezza. 

Per quanto riguarda l’assistenza ai cittadini, la Croce Rossa sta garantendo sostegno psicologico con l’impiego del Servizio Psicosociale e la collaborazione degli Operatori Sociali Generici, mentre Asl 3 Asl3 ha reso noto che per tutto il weekend e fino alle 8 di lunedì 28 ottobre restano confermate le seguenti modalità di erogazione del servizio di continuità assistenziale/guardia medica in Valle Stura:

- Comuni di Rossiglione, Campo Ligure e Tiglieto: a seguito della riapertura del transito veicolare tra Rossiglione, Campo Ligure e Tiglieto, il Polo di Continuità Assistenziale di Campo Ligure coprirà le esigenze dei Comuni di Campo Ligure, Rossiglione e Tiglieto

- Comune di Masone: attivazione dalle ore 20 di un Polo straordinario di Guardia Medica presso la Croce Rossa di Masone per la copertura del territorio del Comune

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lunedì 28 ottobre è previsto anche il confronto con le amministrazioni di Serra Riccò e Sant’Olcese per il guado crollato del maltempo dei giorni scorsi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Doppio tampone negativo, torna in Rsa e contagia 29 persone

  • Autostrade, scatta la gratuità del pedaggio su alcune tratte

  • Bimba rimane chiusa in auto. Genitori: «È nuova, non sappiamo aprirla»

  • Trovato senza vita Andrea Calabrese, era scomparso da una settimana

  • Evaso da Marassi, pericoloso latitante 'stanato' a Begato

  • Malore in strada, muore 70enne

Torna su
GenovaToday è in caricamento