Mercoledì, 27 Ottobre 2021

VIDEO | La 'sfilata' dei camion in contromano a Multedo

L'associazione Comitato di quartiere di Multedo chiede un incontro urgente con il Comune per definire una cartellonistica frontale adeguata

Usciti dal casello di Genova Pegli i camion si trovano davanti a un bivio: girare a sinistra in contromano o svoltare a destra rischiando di rimanere incastrati nel tunnel. La decisione di fare retromarcia sembra dunque il male minore per gli autotrasportatori che si trovano all'incrocio tra via dei Reggio e via san Pacoret a Multedo, ma in realtà la manovra è un azzardo. 

Per rientrare in autostrada i tir imboccano via san Pacoret in contromano, tornano indietro, sempre in senso opposto all'obbligo di marcia, e ingranano nuovamente la prima per riconquistare finalmente il casello; peccato che ogni volta che la strada è bagnata slittino in salita, a causa dell'asfalto poco drenante, e dopo cinquanta metri si trovino di fronte un attraversamento pedonale, dove un pedone tre anni fa ha perso la vita.

"Premesso che il casello di Genova Pegli non dovrebbe proprio esistere perchè doveva essere provvisorio - spiega Stefano De Luigi, che di lavoro fa l'autotrasportatore ed è membro dell'associazione Comitato di quartiere di Multedo - persiste il problema della segnaletica stradale, noi da anni chiediamo l'installazione frontale di un cartello che definisca in modo chiaro come muoversi all'incrocio: divieto di svolta a sinistra e obbligo di svolta a destra con indicate le altezze delle tre corsie".

L'altezza massima della corsia centrale del voltino è infatti 4.50 metri e "andrebbe destinata ai camion che così potrebbero tranquillamente transitare, ma servono dei pittogrammi a terra e anche indicazioni tradotte nelle pricinpali lingue europee, dato che ormai il 70% degli autotrasportatori è straniero". Il Comitato lotta da anni per la soluzione di questo problema a Multedo ma ha ancora voce per chiedere un incontro con l'assessore ai Trasporti Matteo Campora, i tecnici e la polizia locale e definire insieme la compilazione della cartellonistica necessaria. 

Sul problema è tornato anche il presidente del Municipio VII Ponente, Claudio Chiarotti: "È l'ora di dire basta! - tuona dalla sua pagina Facebook - La giunta comunale che per quattro anni ha delegittimato il lavoro del Municipio dovrebbe tornare a mettere al centro l'interlocuzione con il territorio. In questi quattro anni, invece, l'unica cosa che è stata fatta a Multedo è stato installare un semaforo che tanto è costato alla comunità e nessun problema ha risolto".

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

VIDEO | La 'sfilata' dei camion in contromano a Multedo

GenovaToday è in caricamento