rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022

VIDEO | “Il rispetto”: 90 musicisti in silenzio per un minuto in omaggio alle vittime del Morandi

Da Aldo De Scalzi a Federico Sirianni, da Max Manfredi a Caldo Marrale, da Pivio a Giorgio Usai: sono 90 i musicisti che hanno voluto partecipare al progetto “Il rispetto”, un video dedicato alle 43 vittime del ponte Morandi e ai loro familiari in cui non si sentono accordi e voci, ma solo, appunto, il silenzio, per un lungo minuto.

Gli archetti sono stati impugnati, le bacchette sollevato, il leggio posizionato davanti alla sedia, le chitarre imbracciate. Eppure, dai musicisti non è arrivato neppure un suono: «Penso che la voglia di esprimere qualcosa per il crollo del Ponte Morandi e quindi per le 43 vittime sia nel cuore di ogni artista genovese da quel maledetto 14 Agosto 2018 - ha spiegato De Scalzi - Il problema, soprattutto per noi musicisti, sta nella paura di risultare ridondanti e venire, erroneamente, spettacolarizzati. Ecco, questo nostro omaggio ai familiari delle vittime, benché evento esso stesso, prova a sfruttare un elemento importante della musica: il silenzio. Il silenzio nella musica prevede una ripartenza, ripartenza che noi auguriamo a tutta la città».

Parole che arrivano nel giorno in cui a Genova è arrivato Matteo Salvini per una visita al cantiere del nuovo ponte, da molti definita “una passerella” - le opposizioni hanno anche parlato di campagna elettorale con un bene pubblico - e dal passaggio della prima auto sul nuovo viadotto. 

La scelta dei 90 musicisti, riuniti sotto l’egida del Mig - Musicisti Indipendenti per Genova, è stata invece quella della discrezione, scelta appoggiata dal Comitato Parenti Vittime del Ponte Morandi, che oltre a condividere il video li ha ringraziati pubblicamente.

Video popolari

VIDEO | “Il rispetto”: 90 musicisti in silenzio per un minuto in omaggio alle vittime del Morandi

GenovaToday è in caricamento