rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024

Crollo ponte Morandi: il vicepremier Di Maio e il ministro Toninelli sul posto. Video

Il video della diretta pubblicato sul profilo Facebook del ministro Danilo Toninelli

Il vicepremier Luigi Di Maio e il ministro alle Infrastrutture e ai Trasporti Danilo Toninelli sono arrivati a Genova in giornata: dapprima, un sopralluogo nella zona del ponte Morandi, poi il vertice in Prefettura.

«Abbiamo fatto il punto in Prefettura con i tecnici e le autorità locali - scrive Toninelli su Facebook -. Prima viene l'emergenza e la lotta contro il tempo: ci sono ancora molti dispersi da trovare, i feriti da assistere come sta già avvenendo e i familiari delle vittime da confortare. Ci sono le macerie da rimuovere e la viabilità da rimettere in sesto quanto prima. Poi bisogna pensare alla demolizione di ciò che rimane del Ponte Morandi e delle case sottostanti, per cui ci saranno dei cittadini che avranno bisogno di alloggi. E infine la ricostruzione che dovrà essere più rapida possibile. Siamo al lavoro per ridare serenità a questa splendida città ferita».

«I responsabili della tragedia di Genova hanno un nome e cognome, e sono Autostrade per l'Italia - ha scritto invece Di Maio. Per anni si è detto che le gestioni private sarebbero state migliori di quelle statali. E così, oggi, abbiamo uno dei più grandi concessionari europei che ci dice che quel ponte era in sicurezza e non c'era niente che facesse immaginare il crollo. Autostrade doveva fare la manutenzione e non l'ha fatta. Incassa i pedaggi più alti d'Europa e paga tasse bassissime, peraltro in Lussemburgo. Bisogna ritirare le concessioni e far pagare le multe. Il ministro Danilo Toninelli ha già avviato le procedure per il ritiro della concessione e per comminare le multe. Se un privato non è in grado, le autostrade le gestirà lo Stato. Prima di tutto si dimettano i vertici».

Video popolari

GenovaToday è in caricamento