Sport Sturla / Via Vittorino Era

Villa Gentile diventa impianto 'certificato inclusivo'

L'impianto cittadino di atletica leggera di Villa Gentile si avvia a diventare uno dei primi impianti, certificati inclusivi, da parte della Federazione di Atletica Leggera

A una settimana dalla presentazione dei Giochi Paralimpici Europei Giovanili, martedì 11 aprile presso gli uffici del vice sindaco Stefano Bernini al Matitone è stato siglato un Protocollo di intesa, che avvia un percorso di rilevanza sia per il mondo dello sport sia per la cittadinanza, che beneficerà di un impianto inclusivo esemplare.

In collaborazione con la Fidal nazionale, il Comitato Paralimpico Ligure e la società Quadrifoglio, il Comune di Genova ha aperto un tavolo di lavoro operativo, che porterà, grazie a un percorso partecipato, alla trasformazione dell'impianto cittadino di atletica leggera di Villa Gentile in uno dei primi impianti, certificati inclusivi, da parte della Federazione di Atletica Leggera.

Per l'occasione è arrivato a Genova il presidente della Fidal nazionale Alfio Giomi, che ha sposato da subito l'idea di dar vita a un modello, dimostrativo e trasferibile, di impianto adatto ad attività per il mondo della disabilità, ricordando che la collaborazione tra Fidal e Fispes è stato uno dei primi obiettivi strategici perseguiti dalla Federazione, con accordi tra le due Federazioni proprio nella direzione della collaborazione e integrazione.

Ha firmato, inoltre, il protocollo il presidente del Cip Liguria Gaetano Cuozzo, che vede in questo costituendo tavolo un nuovo passo in avanti a favore dell'inclusione nello sport per il ruolo educativo e formativo che esso ha per le giovani generazioni e rappresenta una ideale vittoria di tutto il lavoro che il Comitato sta svolgendo da anni.

Ha sottoscritto il protocollo il presidente della Quadrifoglio, Lanfranco Marasso, gestore dell'impianto comunale, che dichiara la propria soddisfazione per la sensibilità che da sempre la società di gestione ha avuto nei confronti della disabilità e esprime la propria gioia in quanto un impianto certificato inclusivo è un vero fiore all'occhiello e segna un cambiamento nella visione strategica e progettuale del sistema impianti sportivi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Villa Gentile diventa impianto 'certificato inclusivo'

GenovaToday è in caricamento