Sport

Il titolo intercontinentale è di Khalladi, che ricorda le 43 vittime del Morandi

Dopo la vittoria il tunisino, genovese d'adozione, ha indossato una maglietta con dietro i tifosi di Genoa e Samp che si abbracciano per ricongiungere le due sponde del Polcevera e la scritta 43 dentro un cuore

Non bisogna essere dei grandi esperti di boxe per capire che un incontro, concluso al secondo round, è segno di una vittoria piuttosto netta. Così Mohamed 'Clay' Khalladi ha portato a casa, a Genova, il titolo intercontinentale Ibf dei pesi leggeri (cintura vacante), battendo niente meno che Domenico 'Mirko' Valentino per ko alla secondo ripresa.

Il match si è tenuto venerdì 25 settembre 2020 al Great Gym Active di Marcianise, città natale di Valentino. Decisivo un destro d'incontro di Khalladi poco dopo l'inizio della seconda ripresa. Valentino cade male, infortunandosi a una caviglia, e così non può proseguire. Il tunisino, genovese d'adozione, esulta, piange e si getta sull'avversario per sincerarsi delle sue condizioni.

Khalladi ha deciso di dedicare la vittoria a due amici, scomparsi di recente, le cui foto sono stampate su una maglietta. Sul retro di questa c'è il ponte Morandi, con le sue 43 vittime. «Una maglietta fatta con il cuore, per i tanti che non battono più», ha detto il neo campione.

Khalladi vive e lavora a Genova da tanti anni. Fa parte di quegli stranieri che hanno saputo integrarsi e coltivare un sogno, che ora è diventato realtà. Complimenti campione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il titolo intercontinentale è di Khalladi, che ricorda le 43 vittime del Morandi

GenovaToday è in caricamento