menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Silvia Salis alle Olimpiadi di Londra 2012

Specialista nel lancio del martello, la genovese è stata sette volte campionessa italiana nella specialità. Ha già partecipato alle Olimpiadi di Pechino

Silvia Salis è un'atleta genovese specialista nel lancio del martello. Classe 1985 è cresciuta nel campo di atletica di Villa Gentile coltivando fin da giovanissima la passione per l'atletica.

All'età di 13 anni decide di dedicarsi al lancio del martello ottenendo presto grandissimi risultati, come la vittoria ai i campionati italiani juniores.

Segue una carriera disputata sempre su ottimi livelli: tra i suoi migliori risultati ci sono un quarto posto ai Campionati europei under 23 di Debrecen nel 2007, un terzo posto ottenuto in Coppa Europa invernale di lanci disputatasi alle Canarie nel marzo 2009 con 71,77 metri, e la vittoria ai Giochi del Mediterraneo del 2009 disputatisi a Pescara.

Ha partecipato alle Olimpiadi di Pechino dove però non è riuscita ad esprimersi ai massimi livelli, per questo arriva a Londra vogliosa di fare bene.  Due anni dopo, ai campionati europei di Barcellona 2010 è giunta settima e nel 2011 conquista nuovo personale di 71,93 m ottenuto il 17 maggio al 10º Gran Prix Lanci di Savona. Il 25 giugno dello stesso anno ha conquistato il suo secondo titolo nazionale assoluto con un lancio a 69,57 metri.

 

Data di nascita: 17.09.1985

Luogo di nascita: GENOVA

Peso: m.1,79

Altezza: kg.74

Specialità: Martello

Stato civile: nubile

Prima società: Cus Genova

Società attuale: Fiamme Azzurre

Primo tecnico: Valter Superina

Tecnico attuale: Valter Superina

Hobbies: Musica, cinema

Qualificato il: 25.02.2012

Status:Qualificato a titolo individuale

 

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Coronavirus

Coronavirus: altri 15 decessi, il più giovane aveva 61 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento