menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sciopero Lega Pro: prima giornata in bilico, Entella-Como a rischio

I giocatori di Lega Pro incrociano le braccia indicendo uno sciopero per la prima giornata di campionato. Virtus Entella-Como, in programma domenica primo settembre, potrebbe non essere disputata

La stagione della Lega Pro inizia in salita. La prima giornata, in programma domenica primo settembre, con l'esordio in campionato della Virtus Entella contro il Como, quasi certamente non di disputerà.

L'Aic, Associazione Italiana Calciatori, ha indetto uno sciopero per via dei contrasti sulle regole dei giovani: dal prossimo campionato la media età degli 11 in campo vincolerà le percentuali di contributi versati ai singoli club (fino a 25 anni per la Prima Divisione, fino a 26 per la Seconda).

La palla passa al consiglio federale di mercoledì: l'Aic chiede un intervento di buon senso di Abete, la Lega Pro si dice convinta che stavolta il presidente federale non abbia poteri specifici di intervento.

«In campo si va per merito, non per età», sottolinea Damiano Tommasi, presidente dell'Aic. Durissima invece la risposta del presidente della Lega Pro Mario Macalli: «Per me domenica si gioca, chi c'è c'è, chi non c'è perderà a tavolino».

La decisione del sindacato giocatori è arrivata dopo il mancato accordo di venerdì scorso. Il timore è la creazione di una nuova ondata di 'disoccupati'. La norma, sostiene l'Aic, presenta «chiari profili di illegittimità, crea discriminazioni nei confronti dei calciatori e false aspettative sui giovani, impoverendo il livello tecnico della categoria a discapito dello spettacolo e della meritocrazia».

Tra i tifosi della Virtus Entella cresce quindi attesa per capire il da farsi in merito alla prima gara di campionato, quando a Chiavari sarebbe dovuto arrivare il Como. Sul sito della società biancazzurra restano le informazioni e i prezzi sui biglietti, che vi riportiamo, ma la gara al novanta per cento non sarà disputata.

Virtus Entella- Como

Da martedì a sabato

Tribuna Centrale:           intero € 20,00 – ridotto* € 15,00 – bambini/e da 8 a 12 anni € 1,00

Tribuna Laterale:            intero € 15,00 – ridotto* € 10,00 –  bambini/e da 8 a 12 anni € 1,00

Distinti:                               intero € 10,00 – ridotto* € 8,00 – bambini/e da 8 a 12 anni € 1,00

Gradinata Sud:                 € 5,00 – bambini/e da 8 a 12 anni € 1,00

 Domenica

Tribuna Centrale:           intero € 25,00 – ridotto* € 20,00 – bambini/e da 8 a 12 anni € 1,00

Tribuna Laterale:            intero € 20,00 – ridotto* € 15,00 –  bambini/e da 8 a 12 anni € 1,00

Distinti:                               intero € 13,00 – ridotto* € 10,00 – bambini/e da 8 a 12 anni € 1,00

Gradinata Sud:                 € 8,00 – bambini/e da 8 a 12 anni € 1,00

 *Ridotto: over 65, donne, ragazzi/e dai 12 ai 18 anni, invalidi Bambini sino a 8 anni ingresso gratuito

 Punti vendita

Entella Point: c.so Colombo 37 – da martedì a venerdì 10:00-12:00/16:00-19:00

Biglietteria Stadio: sabato 10:00-12:30/14:30-19:30 – domenica dalle ore 10:00

Di seguito il punto vendita per i tifosi ospiti:    Renata Music, Via collegio dei dottori, 5 Como - Rock Paradise, Via San Francesco 3 Mariano Comense

Nel suddetto punto vendita i residenti in provincia di Como in possesso di Tessera del Tifoso o Supporter card o richiesta di Supporter card potranno acquistare i biglietti di Settore Ospiti (€ 10,00 + € 1,50 diritto di prevendita).Domenica i residenti in provincia di Como in possesso di Tessera del Tifoso o Supporter card o richiesta di Supporter card potranno acquistare solo i biglietti di Gradinata Nord (€ 14,00), come da decisione del GOS.  I non possessori di Tessera del Tifoso o Supporter card o richiesta di Supporter card residenti in provincia di Como non potranno acquistare il biglietto a meno che non siano accompagnati da un possessore di Tessera del Tifoso, Supporter card o richiesta di Supporter card avendo la Società Virtus Entella aderito al programma “Porta un amico allo stadio”.

 La mancanza della persona “garante” il giorno della partita precluderà l’ingresso anche alla persona “garantita”.

consapevolezza della crisi del calcio, che per anni ha vissuto

al di sopra delle proprie possibilita'. Per questo bisogna

raffreddare i costi, e ogni campionato deve avere la sua

peculiarita': la nostra sono i giovani''. Il dg della Lega Pro

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

social

Arisa si sposa con Andrea Di Carlo: tutti i dettagli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento