menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verona-Sampdoria 2-0: blucerchiati poca cosa, l'Hellas fa quel che vuole

Juanito Gomez e Luca Toni fanno male alla Sampdoria. La squadra di Delio Rossi cade nella ripresa e paga una gara a dir poco rinunciataria. Male quasi tutti, ad esclusione di Eder, ultimo a mollare

Una brutta Samp perde 2-0 contro il lanciatissimo Verona, ma a dire il vero a preoccupare non deve essere il risultato (contro questo Hellas ci potrebbe stare) ma la prestazione. Blucerchiati rinunciatari, dall'inizio alla fine, con il solo Eder a cercare di impensierire Rafael. Una battuta d'arresto pesante dopo i tre risultati utili consecutivi. I gol arrivano nella ripresa, Juanito Gomez al 51' e Toni al 78'. Domenica sfida da tre punti con il Sassuolo.

LE PAGELLE

PREPARTITA Delio Rossi torna al 4-4-2 come da previsioni, ma a sorpresa esclude De Silvestri dai titolari. Sulla fascia destra torna il recuperato Gavazzi. Sulla sinistra invece Bjarnason è preferito a Wszolek. Ampio turnover in casa Verona, dentro Albertazzi, Laner, Halfredsson e Gomez, fuori Agostini, Romulo, Donati e Iturbe.

PRIMO TEMPO Ritmi vertiginosi nei primi minuti, il Verona spinge subito sull'acceleratore con la Samp che soffre sin da subito. Tiro immediato di Halfredsson e ghiotta palla gol sui piedi dell'ex Cacciatore, che spedisce alto. La Samp risponde con Gabbiadini, ma Rafael risponde sempre presente. Nell'Hellas sale in cattedra Jorginho, autore di qualche pregevole scambio con Martinho, ma Da Costa non è mai seriamente impensierito. Tra i più pericolosi Hallfredsson, che in un paio di occasioni si libera al tiro. Nella Samp molto mobili le due punte, ma il centrocampo blucerchiato è inesistente.

SECONDO TEMPO Uno squillo di Eder su splendido invito di Gabbiadini fa illudere i tifosi blucerchiati, ma da qui inizia il monologo veronese. Dopo alcune avvisaglie è Juanito Gomez a trovare il vantaggio al 57' con uno scambio da favola con Toni. Dai e vai, assist alla "Totti" di Toni e sinistro chirurgico di Gomez in una difesa doriana inadeguata. Verona in vantaggio. Ti aspetti la reazione della Samp, magari col neo entrato Pozzi (per un deludente Gabbiadini) e invece continua il monologo Hellas. Da Costa rischia il frittatone rinviando addosso a Gomez, ma si salva. Martinho irride ancora una volta la difesa ospite, ma questa volta Da Costa è bravo. Poi al 78' Gastaldello fa un'uscita da horror, Toni prima manca il pallone, poi lo riprende e lo scaglia in porta. Verona 2 Sampdoria 0. Game Over. La Samp per la verità ha una timida reazione nel finale, col solito Eder che prova ad impensierire Rafael, aiutato da Obiang, autore di un bel tiro da fuori. Troppo poco, il Verona vince senza difficoltà. E per la Samp si fa di nuovo dura.

Il tabellino

Verona-Sampdoria 2-0

Reti: 51' Gomez, 78' Toni

Verona (4-3-3): Rafael 6.5; Cacciatore 6.5, Gonzalez 6, Maietta 5.5, Albertazzi 6; Laner 6 (68' Romulo 6.5), Jorginho 6, Hallfredsson 7; Gomez Taleb 7 (74' Donati sv), Toni 7, Martinho 6.5 (74' Iturbe sv) . All. Mandorlini. (A disp. Mihaylov, Longo, Cacia, Jankovic, Bianchetti, Rubin, Sala, Donadel, Agostini).

Sampdoria (4-4-2): Da Costa 5.5; Mustafi 5, Gastaldello 4, Costa 6, Regini 4.5; Gavazzi 5 (66' Wszolek 5.5), Obiang 5, Krsticic 5 (86' Gentsoglou sv), Bjarnason 5; Gabbiadini 5.5 (58' Pozzi 5), Eder 7. All. Rossi. (A disp. Fiorillo, Renan, Rodriguez, Castellini, Berardi, Palombo, De Silvestri, Soriano, Petagna).

Arbitro: Giacomelli.

Note: ammonito Eder.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

social

Arisa si sposa con Andrea Di Carlo: tutti i dettagli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento