menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Samp Nocerina 2-0 | Blucerchiati nel segno di Pellè

L'attaccante doriano segna ancora e regala tre punti fondamentali in chiave play off: Padova e Varese hanno perso e la squadra di Iachini si porta a una sola distanza dal sesto posto

Dopo la vittoria contro il Cittadella, la Sampdoria ottiene un altro importante successo contro la Nocerina, battuta 2-0 grazie a una doppietta di Pellè. L'attaccante doriano arrivato nel mercato di gennaio si rivela ancora decisivo e segna due gol fondamentali per la corsa ai play off: Padova e Varese hanno perso, e la squadra di Iachini accorcia le distanze dal sesto posto, portandosi a 51 punti, in attesa del posticipo tra Brescia e Reggina.

CRONACA DEL MATCH La Samp gioca molto bene nel primo tempo: grande concentrazione, aggressività e fame di vittoria: infatti dopo soli 6 minuti gli uomini di Iachini passano in vantaggio, grazie alla rete di Pellè, lanciato in area sul filo del fuorigioco da un bel passaggio Munari.

Nei primi 20 minuti il predominio è nelle mani dei blucerchiati, ma con il passare dei minuti la Nocerina prende coraggio e inizia a macinare gioco, sfiorando il pareggio con Castaldo, che sfrutta un'uscita a vuoto di Romero ma calcia di poco a lato. Gol sbagliato, gol subito: dopo soli 60 secondi la Samp, sventato il rischio pareggio, trova il raddoppio ancora con l'attaccante pugliese, lanciato sul filo del fuorigioco da Renan.

Nel secondo tempo i blucerchiati si limitano a gestire il vantaggio e rinunciano a costruire azioni degne di nota. I campani provano ad accorciare le distanze, ma dalle parti di Romero si registrano pochi pericoli. La Samp ottiene così tre punti d'oro, mentre i campani rimangono al penultimo posto in classifica.

CHIAVE DEL MATCH  Alla Samp è sufficente un buon primo tempo per portare a casa il risultato, complice l'enorme divario tecnico tra le due squadre.

DICHIARAZIONI POST MATCH Il protagonista della partita Graziano Pellè: «Abbiamo dimostrato tutta la nostra voglia di vincere, siamo contenti soprattutto perché finalmente abbiamo recuperato punti in classifica rispetto a chi ci sta davanti. Per ora comunque non siamo ai play off e quindi non possiamo ancora gioire. Siamo partiti bene, avevo detto ad Eder che avremmo dovuto essere più presenti in area e oggi lo abbiamo fatto. Le doppiette non arrivano per caso sono frutto del lavoro settimanale, sono contento e devo ringraziare i compagni e lo staff medico che mi hanno accompagnato nel mio mese e mezzo di infortunio. Sapevo che Marassi ero uno stadio caldo ma giocarci dentro è davvero da brividi, in Italia stadi come questo non ne ho mai visti. Non mi sento titolare, deciderà il mister partita per partita, io sono qui per dare una mano alla Sampdoria».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento