rotate-mobile
Sampdoria

Sampdoria, il dilemma di Gianluca Atzori: avanti con il 4-4-2?

I dubbi di mister Atzori sono legati al modulo da adottare, il sempreverde 4-4-2 o il tanto amato 3-5-2? Per fortuna la rosa è fin troppo ampia, le opzioni sono tante

Vigilia di campionato in casa Samp, a Marassi arriva il Grosseto, appaiato ai blucerchiati in classifica grazie ad un ottimo avvio, condito da zero sconfitte, allenato da Guido Ugolotti assistito da quel Michele Serena passato sotto la lanterna ormai più di un decennio fa.

Sarà un bel crocevia e un ottimo banco di prova per Palombo e compagni che tra le mura amiche cercheranno di avvicinarsi ulteriormente alle zone ancor più nobili della serie cadetta.

Settimana di dubbi per mister Atzori, indeciso sul modulo da adottare, e questo sta diventando una costante che a lungo termine potrebbe disorientare non poco i giocatori. Il 3-5-2 tanto amato dal tecnico rischia di essere accantonato definitivamente per la palese mancanza di gioco e dalla fragilità dimostrata dal pacchetto arretrato, non adeguatamente protetto dalla linea mediana e composta da esterni non in grado di coprire l’intera fascia.

La rosa è ampia (pure troppo), e questo mette al riparo da possibili brutte sorprese durante la stagione, con possibili variabili e opzioni in tutti i settori del campo, a patto che ci sia chiarezza di intenti e credibilità in quello che si cerca di proporre.

Avanti con il 4-4-2 quindi, soluzione che sembra più logica, nonché marchio di fabbrica da anni dalla Sampdoria, nonostante tutti i vari tecnici che si sono succeduti , con la sola eccezione del mai troppo rimpianto Walter Mazzarri. La nuova verve degli attaccanti saprà farsi valere anche con il Grosseto.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sampdoria, il dilemma di Gianluca Atzori: avanti con il 4-4-2?

GenovaToday è in caricamento