menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Samp, Iachini: «Un plauso a tutti i giocatori, ma ora pensiamo al Modena»

Il mister blucerchiato si complimenta con l'intera squadra per l'ottimo secondo tempo contro il Bari ma tiene alta la concentrazione in vista dell'importante sfida contro gli emiliani, in programma martedì 1 maggio

Poco tempo per rifiatare per i giocatori della Sampdoria: mister Iachini ha fissato la ripresa degli allenamenti già dalla mattinata di domenica, perché il calendario è fitto e il prossimo turno di campionato si gioca martedì 1 maggio.

I blucerchiati fanno visita al Modena, squadra tosta che alterna buone prestazioni a partite sottotono, come del resto fa anche la Sampdoria. Ma i doriani, a un solo punto dal sesto posto, non possono più permettersi passi falsi perché e ogni occasione è buona per compiere il sorpasso su Varese e Padova e per raggiungere finalmente le posizioni valide per i play off.

La partita contro il Bari ha lasciato qualche certezza in più a mister Iachini: se la squadra gioca come nel secondo tempo contro i galletti, ogni gara è alla portata, specialmente con un Eder in queste condizioni.

«Nel primo tempo abbiamo alzato troppo spesso la palla e questo ci ha allungati, permettendo ad una squadra rapida come il Bari di metterci in difficoltà – ha dichiarato Iachini - ma nell’intervallo con i ragazzi ci siamo detti due cose e siamo rientrati in campo con il piglio giusto. Nella ripresa si è vista la solita Sampdoria che ha meritato di vincere con una prestazione attenta e aggressiva in fase di non possesso e più veloce nel fraseggio. Un plauso a tutti, sia a quelli che giocano più spesso, sia a ragazzi come Soriano e Bertani che si fanno trovare pronti quando chiamati in causa».

Complimenti dunque rivolti all’intera squadra, con un occhio di riguardo al mattatore della giornata Eder: «Quando con la società abbiamo cercato di migliorare la squadra a gennaio, ero sicuro che ci avrebbe dato una mano. La botta alla caviglia che lo aveva fermato ha fatto sì che non potesse inserirsi subito, ma ora, allenandosi con continuità, sono arrivati di conseguenza anche i gol. Non dobbiamo però pensare di essere figli di un unico giocatore: dobbiamo lavorare di squadra e io sono contento quando arriviamo alla conclusione con diversi giocatori. Un bravo oggi a Renan, che ha propiziato il primo gol».

Non c’è però il tempo di esultare, perché il calendario vede la Sampdoria impegnata martedì a Modena. «Sarà una delle partite più difficili di questo finale di campionato. Dobbiamo farci trovare pronti e perciò dovremo prepararci subito al meglio per la sfida che ci attende tra due giorni. L'apporto dei tifosi sarà fondamentale e spero che saranno in molti a seguirci a Modena per sostenerci come fanno sempre».

Da valutare le condizioni di Graziano Pellè, uscito nel corso del primo tempo per un problema all'adduttore e degli altri acciaccati Romero, Berardi e Pozzi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Droga ed esplosivi in casa, arrestato 19enne

  • Attualità

    Liguria in zona gialla: riaprono i musei e l'Acquario

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento