menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Federico Piovaccari ad oggi ha segnato un solo gol in maglia blucerchiata, contro il Gubbio a Marassi

Federico Piovaccari ad oggi ha segnato un solo gol in maglia blucerchiata, contro il Gubbio a Marassi

Samp: Piovaccari e Maccarone, due storie per una sola maglia

Piovaccari e Maccarone si contendono la maglia del bomber Pozzi fermo ai box. Due giocatori che ad oggi hanno deluso per ragioni e circostanze diverse, contro l'Albinoleffe uno dei due potrà riscattarsi

Sesto impegno  in casa dell’Albinoleffe per questa Sampdoria double face di inizio campionato. La settimana non è iniziata nel migliore dei modi, la risonanza a cui si è sottoposto Nicola Pozzi ha infatti evidenziato una lesione muscolare alla coscia destra, che terrà l’attaccante di Sant’Arcangelo di Romagna lontano dai campi per 20-30 giorni. Chi sarà il sostituto?

Risposta tutt’altro che scontata, anche se la ragione attuale porterebbe a pensare ad un Maccarone favorito. Ma davvero si vorrà depauperare l'investimento Piovaccari così importante per la serie cadetta, fatto dalla famiglia Garrone quest’estate?

La vicenda Piovaccari infatti appare più complessa del previsto a causa dei tanti rumors attorno al Pifferaio, accusato di scarso impegno e poca partecipazione alla causa. Strana storia quella dell’attaccante ex Cittadella, acquistato per espresso volere del tecnico come attaccante di riferimento, reduce da una stagione esaltante condita da 23 goal, ma finito ben presto nel dimenticatoio in blucerchiato, scalzato via via nelle gerarchie addirittura dall’oggetto misterioso Bruno Fornaroli, come è successo sabato.

Sarà una scelta che in ogni caso andrà fatta inevitabilmente aldilà dell’aspetto tecnico, perché i due contendenti annusano per la prima volta l’occasione di mettersi finalmente in mostra senza l’ingombrante presenza di “Nick”, presentandosi all’appuntamento con il medesimo stato d’animo, pur arrivandoci attraverso percorsi differenti.

Situazione delicata insomma, scelta dolorosa e pensiero ricorrente che sicuramente risuonerà nella testa del tecnico: rilanciare un investimento di punta della campagna acquisti o puntare “sull’usato sicuro”?  Una nuova panchina minerebbe quasi irrimediabilmente lo stato d’animo di uno dei due contendenti, e delineerebbe definitivamente le gerarchie offensive per tutto l’arco della stagione. E non è cosa da poco.    

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento