menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Samp a Bardonecchia, Ferrara: «C'è grande entusiasmo»

Prima conferenza stampa del tecnico napoletano nel ritiro in Val di Susa. L'obiettivo della stagione è quello di «dare tante soddisfazioni ai tifosi»; sul mercato il mister non esclude nuovi colpi di scena

La Samp è arrivata nel ritiro estivo di Bardonecchia e ha iniziato la preparazione in vista del prossimo campionato. L'accoglienza di tifosi e gente del luogo è stata  molto calorosa, di un entusiasmo che ha già contagiato il tecnico Ciro Ferrara.

Poco dopo l'arrivo in Val di Susa il mister ha tenuto la prima conferenza stampa: «Ho visto tanti bambini, tante bandiere della Samp, è stata davvero una bella accoglienza. Cercheremo di dare a questa tifoseria, che ho sempre stimato anche quando affrontavo la Sampdoria da avversario, tante soddisfazioni».

Una stagione da preparare al meglio, anche perchè la Samp la affronta nell'inedito ruolo di neo-promossa: «La Serie A è la casa della Sampdoria: dovremo essere bravi, noi così come il pubblico, a capire che arriviamo in A al termine di un percorso che è stato difficile e sofferto. Cercheremo di mantenere la categoria con tutte le nostre forze, senza porci limiti e cercando di proporre un calcio che possa divertire i nostri tifosi, sfruttando le qualità che abbiamo i nostri giocatori».

Il programma di queste due settimane a Bardonecchia è tosto, soprattutto sul piano fisico: « Questo sarà un periodo di grosso carico. Svolgeremo quasi sempre doppie sedute d'allenamento, anche in occasione dei primi test amichevoli sono previste sedute mattutine, ma i ragazzi mi sembrano pronti e ben disposti a faticare. Ci sarà chi entrerà in forma prima, chi sarà imballato, ma questo rientra nelle norme delle cose. Non ci sono le coppe, quindi avremo la possibilità di lavorare durante la settimana bene per tenere una condizione alta per tutto l'arco della stagione».

Infine qualche accenno al mercato. Mancano ancora dei tasselli per completare la rosa e renderla competitiva ma al tempo stesso c'è l'esigenza di sfoltire il gruppo per abbassare il monte ingaggi: «Il mercato è ancora aperto e molto lungo, ma non è un problema che riguarda esclusivamente la Sampdoria e Ciro Ferrara. Noi partiamo da una base solida e questa situazione mi permetterà di valutare la rosa in queste settimane per vedere se servirà intervenire ulteriormente. Ho trovato grande disponibilità nel gruppo, che ha una grandissima cultura del lavoro: quando c'è voglia ed entusiasmo nei ragazzi si possono superare molti altri problemi. In questi giorni sono molto contento. La società e il direttore Sensibile stanno lavorando molto bene e non è detto che anche a breve possano esserci altre sorprese».
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

social

Arisa si sposa con Andrea Di Carlo: tutti i dettagli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento