Sampdoria

Sampdoria-Napoli 1-1: Eder illude, beffa atroce al 92'

Doccia ghiacciata nel recupero per la Sampdoria, il Napoli pareggia 1-1 con Zapata pur essendo in inferiorità numerica. Samp in vantaggio con Eder in avvio di ripresa, ma beffata al 92'. Il Genoa resta terzo

Beffa atroce. La Samp stava già pregustando la vittoria, meritata tra le altre cose. Ma le partite durano sempre più di 90 minuti, anche quando sei in superiorità numerica. E al secondo minuto di extra time un gol di Zapata ha rovinato tutto. 1-1 il risultato finale al Ferraris, blucerchiati illusi dal gol di Eder, che sarebbe valso il terzo posto e il contro sorpasso sul Genoa, riportati sulla terra dall'attaccante colombiano che di testa spediva in rete un cross di Ghoulam, che, al 92', in 10 contro 11 sul fondo non ci sarebbe dovuto manco arrivare. Ma il calcio è così, semplicemente spietato. Un pareggio interno col Napoli in ogni caso non è da buttare, la Samp resta quinta, a -1 da Napoli e Genoa, ma l'amaro in bocca è troppo forte per vedere i lati positivi.

LE PAGELLE

LA PARTITA Sinisa sorprende tutti con diverse scelte, confermato il cambio di modulo col 4-3-1-2, c'è Romagnoli e non Gastaldello, Mesbah e non Regini e soprattutto Rizzo e non Krsticic (o Duncan) in mezzo al campo. Confermata l'esclusione di Gabbiadini. Benitez opta per una squadra prudente con Ghoulam impiegato alto, ancora panchina per Mertens.

Primi quindici minuti a dir poco bruttini, non succede nulla se non un colpo di testa di Ghoulam. Poi si sveglia Soriano, e con lui si sveglia la Samp. Gol annullato (giustamente) ad Eder per fuorigioco, colpo di testa fuori di poco di Higuain e polemiche a non finire in area partenopea per un contatto molto dubbio su Soriano (ammonito per le proteste). Si prosegue e Romero sfoggia una grande uscita bassa su Higuain lanciato in contropiede.

La Samp prende coraggio e soprattutto predominio territoriale, ma Rafael non è quasi mai chiamato all'intervento. Si va così negli spogliatoi sul risultato di 0-0.

TUTTE LE AZIONI MINUTO PER MINUTO

Nella ripresa si ricomincia con Duncan al posto di uno spento Obiang (già ammonito) e l'ex Inter e Livorno entra subito in partita. Il gol è nell'aria e arriva al 58': fa tutto Eder, che si prende un pallone al limite, si divincola bene tra tre avversari e scarica un rasoterra velenoso che supera Rafael. Samp in vantaggio, esplode la Sud e un Massimo Ferrero in versione Rambo con la sciarpa blucerchiata annodata in fronte. Napoli in grande difficoltà, altra occasione per Eder con Duncan che sale in cattedra. Benitez e Miha cambiano molti interpreti, fino alla scelta forte del tecnico serbo di rischiare le tre punte con l'inserimento di Gabbiadini, per mettere paura al Napoli. All'85' l'episodio che sembra congelare la partita: Koulibaly stende Edere, era già ammonito. Sotto la doccia, e Samp in 11 contro 10. Sembra finita, ma subentra la paura di vincere, è evidente. Ed ecco che al 92' dopo qualche avvisaglia arriva la doccia gelata: cross di Ghoulam, Silvestre e Romagnoli saltano su Higuain, Mesbah si dimentica di Zapata che in tuffo di testa fa 1-1. Finisce così. Amaro in bocca a non finire. Due punti gettati al vento, ma questa Samp ha dimostrato di meritare i piani alti.

A fine gara solito show di Massimo Ferrero: «Abbiamo fatto una grande prestazione, superiori totalmente al Napoli e la squadra meritava i tre punti. Però, il calcio è questo e vado a casa mezzo infartuato. Mancata vittoria? Abbiamo battuto il Napoli sul campo. Avevamo undici leoni in campo, e caro Aurelio hai avuto grande fortuna e torni a casa con un punto. Io ero più felice se tornavo a casa due minuti prima. Forza Samp e ripeto che abbiamo dominato per novanta minuti ma il fondoschiena di Aurelio ci ha portato solo un punto. Come si dice “un punto ciascuno non fa male a nessuno».

TABELLINO E VOTI

Sampdoria-Napoli 1-1

Reti: 58' Eder. 92' Zapata

Sampdoria (4-3-1-2): Romero 6; De Silvestri 6, Silvestre 6, Romagnoli 5.5, Mesbah 5; Rizzo 5.5 (79' Gabbiadini sv), Palombo 6, Obiang 5.5 (46' Duncan 6.5); Soriano 6.5 (71' Krsticic 6); Okaka 6.5, Eder 7. Allenatore: Sinisa Mihajlovic 6. (A disposizione: Da Costa, Viviano, Fedato, Sansone, Bergessio, Regini, Gastaldello, Marchionni, Cacciatore).

Napoli (4-2-3-1): C. Rafael 6; Maggio 5.5, R. Albiol 6, Koulibaly 5, Britos 5 (69' Mertens 5.5); D. López 6, Inler 5.5 (63' Jorginho 6); Callejón 5.5, Hamsik 4 (79' D. Zapata 6.5), Ghoulam 6.5; Higuaín 5.5. All. Benitez 5.5. (A disposizione: Colombo, Andujar, Henrique, De Guzmán, Mesto, Radosevic, Gargano).

Arbitro: Rocchi di Firenze.

Note: espulso al 40' s.t. Koulibaly per doppia ammonizione; ammoniti al 7' p.t. Britos, al 19' p.t. Obiang, al 35' p.t. Koulibaly, all'8' s.t. Romagnoli, all'11' s.t. Inler per gioco scorretto, al 22' p.t. Soriano per proteste.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sampdoria-Napoli 1-1: Eder illude, beffa atroce al 92'

GenovaToday è in caricamento