menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Milan-Sampdoria 4-1: Mihajlovic schianta Montella, è poker rossonero

Seconda sconfitta consecutiva per Montella sulla panchina blucerchiata. A San Siro il Milan passeggia su una innocua Sampdoria trascinato da un super Niang (doppietta), Bonaventura e Luiz Adriano. Risultato che fa male

Male la seconda per Vincenzo Montella. Anzi malissimo. Il Milan schianta infatti con un poker una Sampdoria in bambola e mai in partita. Decide una doppietta di uno scatenato Niang, Bonaventura e Luiz Adriano. Il gol della bandiera blucerchiata lo firma invece Eder su calcio di rigore.

TUTTE LE AZIONI MINUTO PER MINUTO

Poche novità rispetto alle indicazioni della vigilia. Nella Samp il ballottaggio Regini-Mesbah viene perso da Moisander. Montella infatti sceglie l’ex difensore dell’Empoli come centrale e il terzino ex Milan esterno basso a sinistra al posto dello squalificato Zukanovic. A centrocampo invece c’è Ivan e non Carbonero. Nel Milan Mihajlovic opta per il 4-4-2 con Cerci e Bonaventura sulle ali e la coppia d’attacco Niang-Bacca.

Scelta tattica azzeccata per l’ex tecnico blucerchiato perché il primo tempo è un vero e proprio monologo rossonero. Dopo un primo brivido causato da un pasticcio di Donnarumma infatti si scatena Niang. Il francese crea il vuoto sulla destra e dal fondo mette un pallone in mezzo all’area che Bonaventura appoggia con estrema facilità. E’ il vantaggio rossonero. La reazione della Samp non c’è. Bacca, Cerci e Niang Fanno impazzire la retroguardia blucerchiata. In piena crisi di nervi infatti De Silvestri ferma da dietro in area Bonaventura. E’ calcio di rigore. Dal dischetto va Niang che si prende gli applausi meritati di San Siro. Si va negli spogliatoi sul meritato 2-0 per i rossoneri.

La ripresa inizia con il Niang show. L'ex attaccante del Genoa ci prova prima con un tacco volante parato da Viviano ma poi è bravo a sfruttare proprio un rinvio sballato dell'estremo difensore blucerchiato firmando il tris. La Samp è in bambola totale. Il Milan gioca sul velluto con le sue ali che affondano la difesa blucerchiata come una lama sul burro. Il poker è nell'aria. Il quarto sigillo lo mette, appena entrato, Luiz Adriano che gira in rete (con la complicità ancora di Viviano che non blocca la sfera) un cross perfetto di Cerci. Il gol della bandiera blucerchiata arriva all'87' quando l'ex Poli atterra Eder e lo stesso italo-brasiliano lo trasforma. E' l'unica gioia in questo sabato da dimenticare. La Samp affonda a San Siro. Per Montella c'è ancora tanto lavoro da fare.

IL PAGELLONE

IL TABELLINO

Milan-Sampdoria 4-1

Reti: 16’ Bonaventura, 38’ (rigore) e 52’ Niang, 79’ Luiz Adriano, 87’ Eder (rigore)

Milan (4-4-2):  Donnarumma 6; Abate 6, Alex 6,5, Romagnoli 6, Antonelli 6,5; Cerci 7 (80’Honda sv.), Kucka 6 (53’Poli 5,5), Montolivo 6,5, Bonaventura 7; Bacca 6,5, Niang 8 (73’Luiz Adriano 6,5). All.Mihajlovic. (A disp. Abbiati, Calabria, Zapata, Ely, Mexes, De Sciglio, José Mauri, Nocerino, Suso).

Sampdoria (4-3-1-2): Viviano 5; De Silvestri 4,5 (63’Pereira 5,5), Silvestre 5, Regini 5, Mesbah 5; Ivan 5,5 (74’Palombo sv.), Fernando 5, Barreto 5; Soriano 5,5; Eder 5,5, Muriel 5 (62’Bonazzoli 5,5). All.Montella. (A disp. Puggioni, Brignoli, Cassani, Rocca, Christodoulopoulos, Carbonero, Rodriguez).

Arbitro: Doveri

Note: ammoniti De Silvestri, Kucka, Soriano

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento