rotate-mobile
Sampdoria

Samp: Ferrero tra la conferma di Giampaolo e la contestazione dei tifosi

I gruppi della Gradinata Sud che hanno deciso di organizzare, per il prossimo 12 giugno, una manifestazione pubblica contro il presidente

Archiviato il campionato di Serie A, la Sampdoria riparte tra conferme e contestazioni. L'atteso incontro tra il presidente Massimo Ferrero e il tecnico Marco Giampaolo, infatti, ha confermato la voglia di continuare insieme anche nella prossima stagione (la terza consecutiva) con una condivisione della linea da seguire in fase di mercato e unità di intenti anche per quello che riguarda gli obiettivi. Il confronto si era reso necessario, non per motivi contrattuali visto che il tecnico è legato alla Samp fino a giugno 2020, ma perché il tecnico blucerchiato voleva approfondire alcune tematiche, già sollevate nel corso delle ultime settimane di campionato, in merito a obiettivi e programmazione della prossima stagione.

La contestazione della Gradinata Sud

Se la situazione è tornata rosea tra allenatore e società, tirano invece venti di burrasca con i gruppi della Gradinata Sud che hanno deciso di organizzare, per il prossimo 12 giugno, una manifestazione pubblica contro il presidente Ferrero dove chiederanno al "Viperetta" di non intromettersi più nelle questioni che riguardano il tifo organizzato.  «Ferrero ci ha offeso, non ci ha rispettato e non ci rappresenta più» hanno scritto in un comunicato i tifosi blucerchiati in seguito ad alcune affermazioni del presidente che aveva definito «Quattro scappati di casa che vengono allo Stadio a dare fastidio e nulla hanno a che fare con il calcio» chi si era reso protagonisti dei cori razzisti in occasione del match contro il Napoli. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Samp: Ferrero tra la conferma di Giampaolo e la contestazione dei tifosi

GenovaToday è in caricamento