menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Flachi Day: la partita di addio del numero 10 per aiutare le vittime del Morandi

Manca ancora una data ufficiale ma dovrebbe essere a fine maggio 2019 al campo sportivo della Sciorba

Francesco Flachi è il numero 10 blucerchiato in termini assoluti. Ovviamente non lo è, e non può esserlo, per tutti i tifosi della Samp, ma per quella generazione di ragazzi nati tra la metà degli anni '80 e l'inizio dei '90 è davvero la migliore rappresentazione di quegli eroi che Francesco Guccini definiva "sempre giovani e belli", a loro modo anche un po' dannati perchè Francesco, di guai, ne ha passati molti e sta ancora pagando per quegli errori di gioventù con una squalifica di 12 anni che non scadrà prima del gennaio 2022.

Quella generazione, nata proprio negli anni d'oro della Sampdoria, ricorda solo come flash i successi in Italia e in Europa arrivati grazie ai gol di Vialli e Mancini e a un gruppo di giovani terribili guidati da Boskov, ma ha vissuto gli anni più belli, quelli dell'adolescenza e del rito di passaggio verso l'età adulta, ad annaspare nel limbo della Serie B, a lottare sui campi di periferia aggrappandosi ai lampi di genio di un folletto con il numero 10 sulle spalle, capace di segnare 111 gol con la maglia blucerchiata (terzo marcatore di sempre in gare ufficiali dietro a Mancini e Vialli) in 280 gare ufficiali tra il 1999 e il 2007. Una generazione che ha poi vissuto il ritorno in Serie A e gli anni della rinascita sotto la guida di Riccardo Garrone, ancora nel segno di Francesco Flachi, citando ancora il maestro: "Corre corre corre sempre più forte, e corre corre corre corre verso la morte" fino all'undici febbraio 2007, data dell'ultima gara giocata da Flachi con la maglia della Samp, prima dello stop imposto dai giudici.  

E finalmente, dopo anni di attesa, proprio Francesco Flachi ha annunciato, in una lunga intervista concessa a "Blucerchiando" la sua partita di addio al pubblico sampdoriano. Di Flachi Day si parla ormai da diversi anni, ma tra i problemi burocratici e quelli legati alla squalifica dell'attaccante fiorentino non si era mai concretizzato nulla. Questa volta, finalmente, ci siamo. Manca ancora una data ufficiale ma Flachi ha spiegato che dovrebbe essere a fine maggio del 2019 al campo sportivo della Sciorba, sarà l'occasione per rivedere in campo i compagni di squadra di Francesco e raccogliere fondi per le famiglie delle vittime del ponte Morandi, e sarà anche l'occasione per Flachi per salutare i suoi tifosi e dopo quell’addio burrascoso nel 2007.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Costume e società

    Il poeta Guido Gozzano e quelle mangiate alla "Marinetta" di Genova

  • Costume e società

    Cosa vuol dire "stanco"? Storia di un "falso amico" genovese

Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento