rotate-mobile
Sampdoria

Sampdoria, Ferrara si presenta: «4-3-3, ma Del Piero è fantacalcio»

Entusiasmo e allegria alla presentazione di Ciro Ferrara, nuovo tecnico blucerchiato. Importanti news anche dal mercato con l'ex mister dell'under 21 che gela tutti su Del Piero e Palombo, mentre apre a Pazzini

Genova - Pubblico delle grandi occasioni allo Star Hotel di Genova Brignole per la presentazione di Ciro Ferrara, nuovo allenatore della Sampdoria.

Grande entusiasmo in Sala Colombo, alimentato anche e soprattutto dal tecnico napoletano, apparso entusiasta per la nuova avventura in blucerchiato. Con lui presenta alla conferenza stampa anche il suo vice allenatore, Angelo Peruzzi.

Sampdoria, la presentazione di Ciro Ferrara

Tanti gli spunti di cronaca, ma è sul mercato che Ferrara fa le prime "confessioni" schock. Ovviamente Del Piero e Pazzini i principali indiziati e proprio sull'ex capitano della Juventus che l'ex ct dell'Under 21 taglia netto: «Del Piero alla Samp? E' fantacalcio. Lui ha ribadito più volte di non vedersi con nessun altra maglia in Italia al di fuori della Juventus, per questo immaginarlo nella Sampdoria è da fantacalcio».

Platea gelata così, ma qualche spiraglio su Giampaolo Pazzini invece c'è: «Corrisponde all'attaccante che stiamo cercando. Lui tornerebbe, a conferma che Giampaolo si era trovato bene, ma i problemi vanno oltre queste cose».

Sul modulo Ciro Ferrara non ha dubbi: «L'idea è quella di giocare con il 4-3-3 e costruiremo la squadra per questo. Il centrocampo non verrà stravolto, negli altri reparti qualcosa faremo per migliorare l'organico. Chi arriva dall'Under 21? I nomi li sapete, sono tutti ottimi giocatori. Prediligo gli italiani rispetto agli stranieri, ma mi dicono che costino di più, forse perché sono più bravi».

Ma è un Ciro Ferra totalmente raggiante sin dall'avvio della conferenza: «Felice è dir poco. Credo non ci sia soluzione migliore sia per Ferrara tecnico che per Ferrara uomo. Perché la Sampdoria? Per la serietà della proprietà, la trattativa non è stata molto lunga, ci siamo incontrati circa una settimana fa con Pasquale Sensibile e in due minuti abbiamo chiuso il discorso contrattuale. Io sono molto felice, non ci potrebbe essere matrimonio migliore».

Infine l'obiettivo: «Mantenere la categoria senza tribolare, questo quello che mi hanno chiesto. Qui c'è una società che mi ha convinto per la grande serietà con cui lavora. Ci sono molti giovani di gran valore, Soriano, Kristcic, Obiang, Rossini e molti altri, su di loro si può costruire il futuro».

Immancabile poi la domanda sul derby, ecco come Ciro Ferrara ha risposto, lanciando di fatto subito la sfida al Genoa.

 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sampdoria, Ferrara si presenta: «4-3-3, ma Del Piero è fantacalcio»

GenovaToday è in caricamento