menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Samp, Ferrara: col Chievo voglio cattiveria e fame

Ciro Ferrara suona la carica in vista della trasferta contro il Chievo. Eder, Pozzi, Juan Antonio e Poli saranno ancora indisponibili, non così Tissone regolarmente convocato. Ma la notizia più importante è il rientro di Maxi Lopez

Genova - Ciro Ferrara suona la carica in vista della trasferta contro il Chievo. «Io voglio cattiveria e fame per recuperare i punti lasciati per strada». L'allenatore della Sampdoria è categorico in vista della gara di domani, sabato 6 ottobre 2012, a Verona.

Ma deve fare i conti con cinque assenti a fronte di un recupero. Eder, Pozzi, Juan Antonio e Poli saranno infatti ancora indisponibili, non così Tissone regolarmente convocato. Ma la notizia più importante è il rientro di Maxi Lopez che ha scontato due giornate di squalifica.

«È un rientro importante, tutti sappiamo quale contributo può dare un giocatore come Maxi, inoltre vorrà farsi perdonare quello che é successo». Sistemato l'attacco, gli unici ballottaggi saranno in difesa con la squalifica di Gastaldello che cambierà per una volta un reparto che aveva trovato i giusti meccanismi.

Costa sarà spostato nel ruolo di centrale, resta scoperta la parte sinistra: «ho 2 o 3 possibilità - dice Ferrara -. Poulsen sta bene ma non ho ancora deciso tra lui e Castellini».

Il Chievo ha il nuovo tecnico Corini che Ferrara conosce: «siamo stati compagni di squadra e quando allenavo l'Under affrontai il suo Frosinone che ci mise in difficoltà. Sa insegnare calcio ma non so in poco tempo quanto potrà cambiare, di certo troveremo una squadra motivata e vogliosa di far punti».

Nel frattempo è arrivata la notizia del rinvio a giudizio per 3 tifosi blucerchiati accusati di aver lanciato uova e ortaggi contro il pullman e i giocatori della Sampdoria dopo la sconfitta con la Nocerina per 4-2. Il fatto successe la sera de 29 ottobre 2011, all'aeroporto genovese.


Il rinvio a giudizio è stato disposto dal gip Nadia Magrini. Il processo è l'11 gennaio 2013. Un altro tifoso accusato di violenza privata (si mise davanti al pullman per non farlo partire) sarà processato con rito abbreviato (Ansa).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento