Sampdoria

Sampdoria, un bilancio preoccupante: 13 milioni di passivo

La Sampdoria comunica l'approvazione del progetto di bilancio del 2019 con una perdita di esercizio pari a 13 milioni di euro

La terminologia 13.064 migliaia potrebbe trarre in inganno, ma non serve un laureato in matematica per tradurlo in poco più di 13 milioni. Si sta parlando della perdita di esercizio comunicata, attraverso il proprio sito internet,  dalla Sampdoria dopo l'approvazione del progetto di bilancio al 31 dicembre 2019.

Numeri che spaventano l'ambiente blucerchiato tanto da "richiamare" alla mente le parole di Edoardo Garrone che l'estate scorsa promise un suo intervento prima di un eventuale fallimento della società blucerchiata. «L'unica promessa che vi posso fare è che prima che la Sampdoria muoia – e non morirà – io farò di tutto, tutto quello che è nelle mie possibilità» queste le sue parole a Primocanale a giugno 2019.

Questo il comunicato pubblicato dalla Samp nel weekend del 30 maggio. A pesare sul passivo le poche plusvalenze fatte negli ultimi anni, ma a preoccupare realmente è il 2020 a cui i blucerchiati stanno andando incontro con le minori entrate, e dire minori è un eufemismo, a causa del Covid e non solo.

In data 27 maggio 2020 il Consiglio di Amministrazione di U.C. Sampdoria S.p.a. ha approvato il progetto di bilancio al 31 dicembre 2019, con un margine operativo lordo positivo di euro 29.378 migliaia ed una perdita d’esercizio di euro 13.064 migliaia.

Ad influire negativamente sul risultato finale dell’esercizio hanno pesato, oltre agli ammortamenti legati agli investimenti effettuati nel corso del 2019 (pari ad euro 67.057 migliaia), anche gli effetti contabili del cambio in corso di stagione dello staff tecnico della prima squadra e l’impatto negativo sulla cessione dei diritti televisivi causato dal peggior posizionamento in classifica rispetto al precedente triennio.

Come evidenziato nel paragrafo “Fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dell’esercizio”, la sessione invernale del calciomercato 2020 ha consentito di mettere a consultivo proventi legati all’attività di c.d. “player trading” (cessioni e maturazione di premi contrattuali) per circa 13.000 migliaia.

La perdita dell’esercizio sarà coperta mediante l’utilizzo di riserve disponibili e utili a nuovo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sampdoria, un bilancio preoccupante: 13 milioni di passivo

GenovaToday è in caricamento