menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sampdoria, un 2012 a luci e ombre: riviviamolo nei suoi momenti clou

Dalla promozione in serie A all'arrivo di Delio Rossi in panchina, passando per la vittoria del derby e l'esonero di Ciro Ferrara. Non sono di certo mancate le emozioni nel campionato blucerchiato che riviviamo nei suoi 11 momenti più importanti

Genova - Si chiude un anno denso di emozioni per la Sampdoria, un anno in cui la formazione blucerchiata ha fatto vedere il meglio e il peggio di sè, ha fatto gioire e allo stesso tempo deludere i propri tifosi. Un'altalena di emozioni continua che ha raggiunto il suo apice nel trionfo blucerchiato al termine dei playoff di serie B che hanno sancito il ritorno in serie A di Gastaldello e compagni dopo un solo anno di purgatorio. Una gioia che si va a contrapporre all'annus horribilis vissuto nel 2011 con retrocessione e prima parte di serie B da incubo per i blucerchiati. Un 2012 che si era aperto con la partenza del capitano Angelo Palombo e che si è chiuso, ironia della sorte, proprio con la sua prima (ri)convocazione in maglia blucerchiata agli ordini del neo tecnico Delio Rossi.

Ma meglio andare con ordine, ecco a voi gli 11 momenti clou che abbiamo scelto per farvi rivivere il 2012 blucerchiato.

1 FINE DI UN'EPOCA, SE NE VA CAPITAN PALOMBO palombo_lacrime-2

Martedì 31 gennaio arriva il giorno dei saluti in casa blucerchiata. Angelo Palombo, capitano della Samp da quasi dieci anni, saluta tutti e si trasferisce in prestito all'Inter. Un addio soffertissimo per il giocatore forse ancora scioccato per la retrocessione della sua squadra per la quale si sente uno dei maggiori responsabili. Il giocatore dopo essere stato accostato a tantissime squadre della massima serie sceglie l'Inter e saluta Bogliasco. Misto di emozioni da parte di una tifoseria che si divide tra chi lo osanna e chi non lo perdona per aver abbandonato "la barca" quando questa stava per affondare. E si perché Palombo lascia la Samp forse nel suo momento più nero della stagione. Il 2012 infatti si era aperto con l'ennesima sconfitta interna patita contro il Varese. Unica nota positiva del mese l'acquisto di Eder, giocatore che poi si rivelerà fondamentale per la corsa verso la serie A.

2 QUATTRO VITTORIE CONSECUTIVE E PLAYOFF CENTRATI icardi-2

La Samp inizia a credere ad una clamorosa rimonta in zona playoff, ma continua a mancare la continuità nei risultati indispensabile per raggiungere almeno il sesto posto. Ultimo passo falso a Crotone, con una sconfitta beffa all'ultimo minuto, poi la vittoria 2-0 con il Brescia, e il pareggio di Vicenza. Dopo le quattro vittorie consecutive che fanno volare i blucerchiati. Secco 2-0 al Bari con Eder protagonista, stesso risultato nella trasferta di Modena, 3-1 casalingo contro la Reggina con un super Pozzi autore di una tripletta e soprattutto la determinante vittoria contro la Juve Stabia con quel gol di Icardi che per tanti tifosi è valso da solo l'accesso ai playoff. Nel finale di stagione sconfitte indolori con Pescara e Varese, che complicano solamente la strada nei playoff per via del posizionamento in classifica del team di Iachini.

3 IL RITORNO IN SERIE A daniele-gastaldello-2

Sabato 9 giugno la Genova blucerchiata festeggia, la Sampdoria torna in serie A. Al termine di una stagione a dir poco tribolata, la formazione guidata da Giuseppe Iachini festeggia il ritorno nella massima serie dopo un solo anno di cadetteria battendo ai playoff il Varese. All’andata, giocata a Marassi mercoledì 6 giugno, i blucerchiati avevano vinto 3-2 grazie alle reti di Gastaldello (doppietta) e Pozzi. Al ritorno al termine di una partita di pura sofferenza i genovesi si sono imposti in Lombardia per 1-0 grazie alla rete di Pozzi e hanno così potuto festeggiare il ritorno in serie A. Una cavalcata trionfale di Romero e compagni, su cui a metà stagione nessuno avrebbe scommesso un centesimo. E invece una serie impressionante di vittorie nel girone di ritorno e il capolavoro in semifinale playoff contro il più quotato Sassuolo hanno permesso al team di Iachini di centrare un obiettivo insperato. Sabato 9 giugno Genova si colora di blucerchiato, con i tifosi scesi in piazza De Ferrari a festeggiare.

4 VIA IACHINI, ARRIVA FERRARA Sampdoria_presentazione_Ciro_Ferrara (11)-2

Nonostante la promozioni in serie A la dirigenza blucerchiata dimostra sin da subito di non credere nelle abilità del proprio allenatore Giuseppe Iachini. La fiducia nei suoi confronti è a tempo e in estate si susseguono ogni giorno i nomi dei possibili successori. Accantonata subito l'idea suggestiva di Giampiero Gasperini, il nome più caldo è rappresentato da quello di Rafa Benitez. Un sogno vicino per qualche ora, ma le pretese del tecnico spagnolo non sono in linea coi piani societari blucerchiati. Ed ecco che dopo aver ufficialmente scaricato Iachini, la scelta ricade su Ciro Ferrara, ex Ct dell'Under 21 italiana. Giovedì 5 luglio il nuovo tecnico blucerchiato si presenta facendo registrare subito un entusiasmo che da tanto non si vedeva in casa doriana. Con lui arrivano tra gli altri il secondo allenatore Angelo Peruzzi e il preparatore dei portieri Antonio Chimenti. Sembra l'inizio di un'avventura vincente, ma presto il rapporto tra il tecnico partenopeo e la società è destinato a inclinarsi.

5 CALCIOMERCATO: COLPI MAXI LOPEZ E MARESCA Presentazione Maxi Lopez

Un calciomercato estivo che subito sembra soddisfare tutti. I colpi si chiamano Maxi Lopez e Maresca, ma con loro arrivano anche l'ottimo esterno ex Juve Marcelo Estigarribia, i terzini De Silvestri e Poulsen e dall'Inter tornano Poli e il figliol prodigo Palombo, che però viene subito messo ai margini dall'allenatore Ferrara e dalla società. Ma il nome caldo in estate era un altro. Alex Del Piero dopo il divorzio con la Juventus sembrava poter davvero approdare alla corte dell'amico Ferrara. Il sogno è stato accarezzato per alcuni giorni, ma si è subito spento proprio in coincidenza con la presentazione del tecnico napoletano che ha definito Del Piero alla Samp come "fantacalcio". In ogni caso la squadra allestita da Sensibile e Sagramola sembra poter fare un campionato di metà classifica e l'inizio del campionato illuderà un po' tutti.

6 CALCIOSCOMMESSE: UN PUNTO DI PENALIZZAZIONE guberti_samp-2

Il ciclone del calcioscommesse si abbatte anche sulla Sampdoria. Il 4 agosto la società blucerchiata opta per il patteggiamento e per lei arriva la sentenza: un punto di penalizzazione da scontare nel prossimo campionato di serie A e una multa di 30 mila euro. Questo l'esito del patteggiamento accordato dalla commissione disciplinare ai legali della Sampdoria con il consenso del procuratore federale Stefano Palazzi per la vicenda calcioscommesse. La società blucerchiata era stata deferita per responsabilità oggettiva in merito alla combine messa in opera da Stefano Guberti in occasione della partita Bari-Sampdoria dell'aprile 2012. La società ha poi espresso il suo stato d’animo in un comunicato pubblicato sul sito ufficiale in cui si ribadiva l’estraneità alle accuse mosse nel procedimento sportivo: «La strategia processuale del patteggiamento, consigliata dal nostro legale, è stata una scelta meditata e sofferta». Ma non finisce qui, il portiere Da Costa verrà squalificato per tre mesi, mentre l'attaccante Bertani per ben 3 anni e sei mesi.

7 LA VITTORIA CONTRO IL BARCELLONA camp-nou-barcellona-2

La prima uscita ufficiale della nuova Sampdoria targata Ferrara era stata pessima. Blucerchiati subito fuori dalla Coppa Italia per via della sconfitta ai rigori contro la Juve Stabia. Alle porte il primo match di campionato contro il Milan, in mezzo un'amichevole di lusso a Barcellona, contro i blaugrana nel Trofeo Gamper. Il rischio figuraccia era altissimo, per questo mister Ferrara ha preferito tenere alta la concentrazione seppur si trattasse solo di un incontro amichevole. Ed ecco che i blucerchiati conquistano una vittoria storica in Catalona grazie al gol di Soriano. E' vero, il Barcellona, che aveva sommerso di reti il giorno prima la Real Sociedad in campionato (5-1), era infoltito di giovani, con i soli Villa e Afellay in campo tra i big. Ma i giovani della Cantera catalana sono i migliori del mondo e per questo l'impresa di Pozzi e compagni non è assolutamente da sminuire. In più per tutta la partita l'undici di Tito Villanova non è mai riuscito a rendersi pericoloso, anzi, è stato Pozzi a sfiorare in due occasioni il raddoppio, prima colpendo un palo, poi concludendo a lato da posizione favorevole.

8 L'IMPRESA A SAN SIRO E L'OTTIMO AVVIO milan-sampdoria_0-1_ © Tm News Infophoto (5)

Prima giornata di campionato, Milan-Sampdoria. Per tanti una partita dall'esito già scritto, non per Ciro Ferrara. La Sampdoria sfodera una gara tutto cuore e conquista una clamorosa vittoria in casa dei rossoneri grazie al gol del difensore Costa, elemento fondamentale nelle prime gare blucerchiate. Da lì inizia una prima parte di stagione da incorniciare: quattro vittorie consecutive, dopo il Milan, cadono contro i blucerchiati anche il Siena e il Pescara con i doriani che veleggiano a punteggio pieno in serie A (un punto sotto le prime, visto la penalizzazione).

Poi i pareggi con Torino e Roma mantengono la Samp nelle zone nobili, prima della sconfitta interna col Napoli. Ingiusta, per un rigore fuori area concesso ai partenopei. Sembrava una semplice battuta d'arresto, ma da qui cambiò tutto in casa blucerchiata.

9 LE SETTE SCONFITTE CONSECUTIVE ciro-ferrara-4

L'ottimo avvio in campionato aveva illuso un po' tutti. I tifosi già sognavano un campionato da parte "sinistra" della classifica, ma la sconfitta col Napoli, peraltro immeritata, rappresenta un punto di non ritorno. Da lì la Samp non sarà più la stessa e colleziona la cifra record di sette sconfitte consecutive, interrotta solo da una delle pochissime gioie di questo girone di andata ovvero dalla vittoria nel derby contro i cugini del Genoa. Dopo il Napoli la Samp cade altre sei volte denotando sempre poche idee e pochissimo gioco. In zona "Cesarini" arriva la seconda sconfitta consecutiva a Verona contro il Chievo, poi Amauri affonda i blucerchiati in quel di Parma. L'ex Dessena, quest'anno al Cagliari, decide l'incontro del Ferraris in favore dei sardi, mentre a San Siro contro l'Inter la Samp cade facendosi rimontare per 3-2. Sesta sconfitta consecutiva nel match casalingo contro l'Atalanta, contro cui non basta una magia di Maresca. Settimo ko in terra siciliana contro il Palermo. La fiducia a Ferrara inizia a vacillare sempre di più, ma per lui c'è l'occasione del riscatto: il derby.

10 IL DERBY: LA SAMP TORNA AL SUCCESSO sampdoria-genoa 3-1 18 novembre 2012 ©TM News Infophoto (27)

Dopo un anno di astinenza torna la stracittadina a Genova. Sampdoria e Genoa arrivano a giocarsi questa partita in condizioni pessime: blucerchiati terzultimi dopo sette sconfitte consecutive, rossoblù penultimi dopo quattro ko di fila. Due allenatori in bilico come Ciro Ferrara e Luigi Delneri, due squadre a pezzi con una lista infinita di assenti, due tifoserie in continua contestazione con le rispettive società, problemi di sicurezza col dubbio orario (pomeriggio o notturna) sciolto solo poche ore prima della gara. Insomma tutti gli ingredienti per un classico derby della paura. Vince la Sampdoria, 3-1 al termine di una partita ricca di emozioni, che ha visto i blucerchiati padroni della gara nel primo tempo, in gol con Poli dopo pochi minuti e sul 2-0 grazie alla sciagurata autorete di Bovo.

Nella ripresa timida reazione del Genoa, in gol con Ciro Immobile, ma punito nel finale di gara dalla rete del definitivo 3-1 di Mauro Icardi, che ha mandato in visibilio la gradinata Sud e rivitalizzato tutto l’ambiente blucerchiato. Una vittoria che in ogni caso posticipa solo di qualche settimana l'esonero di Ferrara.

11 FERRARA ESONERATO, ARRIVA DELIO ROSSI Delio Rossi Sampdoria 2012 © Tm News Infophoto-2

La vittoria nel derby non basta, la Samp stenta a ritrovarsi. Dopo la stracittadina i blucerchiati sono autori di un'ottima vittoria col Bologna e un buon pareggio in casa della Fiorentina, ma poi si (ri)spegne la luce e Ferrara torna a essere in bilico.

In un posticipo del lunedì i blucerchiati perdono male in casa contro l'Udinese, poi fanno addirittura peggio crollando a Catania per 3-1 dopo essere stati in vantaggio. La sconfitta in terra siciliano costa cara a Ciro Ferrara che viene esonerato dalla società. Al suo posto viene chiamato Delio Rossi, reduce dalla tormentata stagione a Firenze. La prima partita è di buon auspicio a livello di prestazione, la Samp cede 1-0 alla Lazio ma mostra grinta e carattere. In panchina si rivede Angelo Palombo, Rossi dice di voler puntare su di lui. La classifica in ogni caso continua a far paura e nel 2013 serve una svolta.

Attendere un istante: stiamo caricando il sondaggio...

Il 2012 blucerchiato: quale fatto vi ha colpito di più?



Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento