menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pallanuoto: la Pro Recco è campione d'Italia per la trentesima volta

La Pro Recco vince la finale Scudetto contro Brescia con il risultato di 8-6 ed è Campione d'Italia per la trentesima volta della sua storia. È l'unidicesimo titolo di fila per i biancocelesti

La Pro Recco vince la finale Scudetto contro Brescia con il risultato di 8-6 ed è Campione d'Italia per la trentesima volta della sua storia. È l'unidicesimo titolo di fila per i biancocelesti.

Avvio di gara subito emozionante. Dopo un minuto Rizzo segna su rigore il vantaggio del Brescia, il pareggio Pro Recco arriva con Mandic in superiorità numerica sul ribaltamento di fronte. Il primo vantaggio dei liguri è firmato Ivovic ancora a uomo in più quando sono passati appena centottanta secondi dall'inizio del match. La sfida è accesa e la tensione in vasca è alta, fino alla prima sirena non si segna più ma sono i biancocelesti ad andare più vicini al bersaglio grosso con Aicardi e Ivovic fermati rispettivamente da palo e traversa. La seconda frazione parte con due grandi parate di Tempesti, le difese sono attentissime e per gli attacchi non ci sono spazi. A trovare lo spiraglio giusto è Ubovic a un minuto dalla sirena con la rete che pareggia la sfida sul 2-2. La reazione della Pro Recco non si fa attendere, Di Fulvio arma il destro e batte Del Lungo per il 3-2 su cui termina la seconda frazione.

Nel terzo tempo il copione non cambia. Segnare è un'impresa per tutti. La Pro Recco ci riesce dopo quattro minuti grazie a Figlioli che regala il più due ai suoi. I Campioni in carica alzano il ritmo e trovano anche il 5-2 grazie ad una botta potente e precisa di Matteo Aicardi. È il risultato con cui ci si presenta agli ultimi otto minuti del campionato.

Il quarto tempo si apre con il gol in superiorità numerica di Di Fulvio. Il vantaggio di quattro gol non fa abbassare la guardia agli uomini di Pomilio che continuano a difendere senza sbavature e per oltre dieci minuti non subiscono gol. Ad interrompere l'imbattibilità è a cinque minuti dalla fine Bertoli che batte Tempesti in superiorità numerica. I minuti finali sono una girandola di gol ed emozioni. Di Fulvio infila Del Lungo, C. Presciutti fa lo stesso con Tempesti, Mandic rilancia ancora i biancocelesti e poi ancora Molina e N. Presciutti gonfiano la rete per l'8-6 finale.

PRO RECCO WATERPOLO 1913-AN BRESCIA 8-6 (2-1; 1-1; 2-0, 3-4)

PRO RECCO WATERPOLO 1913
Tempesti, Di Fulvio 3, Mandic 2, Figlioli 1, Fondelli, Sukno, Giacoppo, Aicardi 1, Figari, Bodegas, Ivovic 1, Gitto, Pastorino. All. Pomilio

AN BRESCIA
De Lungo, Guerrato, Presciutti C. 1, Randelovic, Molina 1, Rizzo 1, Damonte, Nora, Presciutti N. 1, Bertoli 1, Ubovic 1, Napoletano, Dian. All. Bovo

Arbitri: Caputi e Severo

Note: espulsi Figari (R) e Rizzo (B) per reciproche scorrettezze a 6'54 del terzo tempo. Espulsi con sostituzione Gitto (R) a 2'37 e Radelovic (B) a 3'54 del quarto tempo. Ammonito il tecnico Pomilio (R) per proteste a 6'31 del quarto tempo. Superiorità numeriche: Pro Recco 5/9, AN Brescia 3/11 + un rigore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento