rotate-mobile
Sport Recco

La Pro Recco avrà di nuovo una sua piscina, quando non si sa

Il vicepresidente della Regione e assessore allo Sport Nicolò Scialfa ha ricevuto il sindaco di Recco Dario Capurro e Angiolino Barreca, amministratore delegato della Pro Recco, per avviare un confronto sulle ipotesi progettuali per la nuova piscina

Genova - Il vicepresidente della Regione Liguria e assessore allo Sport Nicolò Scialfa ha ricevuto il sindaco di Recco Dario Capurro e Angiolino Barreca, amministratore delegato della Pro Recco, per avviare un confronto sulle ipotesi progettuali riguardanti la pallanuoto biancoceleste, un patrimonio sportivo ligure e italiano.

«L'idea – spiega Scialfa – è quella di dar vita un tavolo istituzionale con Regione Liguria, il Comune di Recco, Pro Recco e Demanio per analizzare tutte le possibili iniziative e soluzioni che possano consentire alla cittadina del Golfo Paradiso, culla di moltissimi atleti olimpici, di avere un impianto adeguato e funzionale alle esigenze della società e di ospitare, allo stesso tempo, tutte le iniziative sportive agonistiche e di promozione sociale che Recco intenda ospitare».

«Dotare Recco di una piscina vuol dire di potenziare il turismo sportivo a anche livello regionale, garantendo standard d’eccellenza all’attività sportiva giovanile e farla diventare un polo pallanuotistico di attrazione internazionale», ha concluso Scialfa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Pro Recco avrà di nuovo una sua piscina, quando non si sa

GenovaToday è in caricamento