menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pallanuoto: crisi Pro Recco, l'assessore allo sport pronto a dare una mano al club

Prosegue il momento difficile in casa Pro Recco. La rinuncia della società alle coppe europee e i rischi che potrebbe correre anche per il campionato italiano dopo l'abbandono del presidente Gabriele Volpi preoccupano anche la Regione Liguria

Genova - Prosegue il momento difficile in casa Pro Recco. La rinuncia della società di pallanuoto alle coppe europee e i rischi che potrebbe correre anche per il campionato italiano dopo l'abbandono del presidente Gabriele Volpi preoccupano anche la Regione Liguria.

Dopo aver ricevuto l'ad Angelo Barreca, l'assessore allo Sport Gabriele Cascino lancia un appello a Fin - Federazione Italiana Nuoto e Len - Lega Europea Nuoto per invitarle «nel massimo rispetto della loro autonomia decisionale, a verificare ogni possibilità di intervento per consentire alla Pro Recco di superare questo momento di crisi in cui giocano pesantemente diverse problematiche».

Cascino ricorda gli sforzi e il grande impegno della Pro Recco, da sempre, nei confronti degli azzurri di pallanuoto, impegnati alle Olimpiadi di Londra 2012 e il fitto "medagliere" ottenuto negli anni da questo sport in giro per il mondo.

Il caso Pro Recco, nell'anno del centenario, per l'assessore allo Sport della Regione Liguria è una pagina triste per tutta la Liguria e per trovare una soluzione, nei prossimi giorni Cascino chiederà un incontro con la Fin ligure.


«Crediamo che i buoni rapporti instaurati in questi anni con il Coni e le federazioni sportive possano darci una mano per aiutare, a nostra volta, la Pro Recco».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Coronavirus

Coronavirus: altri 15 decessi, il più giovane aveva 61 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento