Lunedì, 27 Settembre 2021
Sport

Paralimpiadi Tokyo 2020: oro e record per il genovese Bocciardo

Una gara dominata fin dall'inizio per il nuotatore genovese che taglia il traguardo in 2'26"76, nuovo record Paralimpico nei 200 metri stile libero S5

Primo giorno di gare a Tokyo per le Paralimpiadi numero sedici della storia, subito protagonisti gli atleti liguri. 

Dopo la qualificazione per la finale dei 200 metri stile libero S5 con il secondo tempo complessivo (2'35"44) il nuotatore genovese Francesco Bocciardo (classe 1994) ha conquistato la medaglia d'oro alle Paralimpiadi di Tokyo 2020.

Una gara dominata fin dall'inizio per il genovese che taglia il traguardo in 2'26"76 nuovo record Paralimpico. Secondo lo spagnolo Antoni Ponce Bertran distanziato di oltre 8 secondi dal nuotatore genovese. Terzo gradino del podio per il brasiliano Daniel de Faria Dias. Bocciardo dopo i primi 30 metri appaiati allo spagnolo ha dato una prima accelerata e ha preso il largo, da quel momento in poi è stato un dominio assoluto con il genovese che non ha mollato nulla. I cento metri tagliati in 1'12"13 con oltre due secondi di vantaggio sullo spagnolo Bertran, poi il finale senza storia che regala alla Liguria una medaglia d'oro alle Paralimpiadi giapponesi.     

 "Una gara molto sofferta anche perché era la più importante, c'erano molte aspettative, non pensavo di potercela fare. Dai 55 metri ho invece capito che potevo farcela, da lì ho continuato, avevo le braccia doloranti però mi sono ricordato di tutte le persone che hanno creduto in me e che mi hanno sempre sostenuto. Il primo ringraziamento va al mio allenatore e a tutto lo staff della nazionale" ha commentato subito dopo la gara Bocciardo.

"Francesco Bocciardo è un atleta unico, un vero e proprio orgoglio cittadino al quale voglio mandare i più sentiti complimenti non solo da parte mia, ma anche da parte del sindaco Bucci e di tutta l’amministrazione - commenta Stefano Anzalone, consigliere delegato allo Sport -. Una carriera, la sua, in crescendo, dalle delusioni di Londra al trionfo di Rio nel 2016 e che oggi si conferma di assoluto livello".

Con l’oro di oggi, infatti, Bocciardo va a bissare conquistare la seconda medaglia olimpica, la seconda del metallo più prezioso, della sua carriera e se a Rio de Janeiro nel 2016 il podio era arrivato nei 400 stile libero, a Tokyo la medaglia arriva nei 200 categoria S5, in una gara che il genovese ha dominato fin dall’inizio.

Gli altri atleti liguri

Nulla da fare invece nel tennis tavolo per l'albisolese Matteo Orsi. Il 23enne numero 16 della seeding list impegnato nel Gruppo A del singolare di classe 3 ha dovuto cedere al numero uno al mondo, il cinese Feng Panfeng ha vinto con il punteggio di 3-0 (6-11, 6-11, 5-11). Match subito in rincorsa per Orsi che nel primo set ha recuperato lo svantaggio iniziale salvo poi cedere nel finale. Nel secondo set l'abisolese è andato avanti nel punteggio ma con un break di 4-0 il cinese si è portato avanti conquistando il secondo punto. Infine terzo set combattuto ma la forza ed esperienza del campione numero al mondo è venuta fuori alla lunga. Orsi si giocherà il passaggio del turno domani (giovedì 26 agosto) alle ore 12,20 italiane al tavolo 6 contro il polacco Maciej Nalepka, n. 14 al mondo.

Gli altri due atleti liguri che gareggeranno a Tokyo sono Francesca Salvadè nell'equitazione e Gian Filippo Mirabile nel Pararowing. 

Francesca Salvadè sarà in gara al Baji-k?en, il parco e centro equestre situato nel quartiere Setagaya di Tokyo. Per la genovese classe 1989 è la terza Paralimpiade dopo Londra e Rio. Nel 2012 arrivò un ottavo posto nella prova a squadre mentre nel 2016 nel Paradressage una decima posizione finale a un passo dall'obiettivo finale. Tanti i successi e gli ottimi piazzamenti a livello italiano e nelle competizioni internazionali. Nel 2021 la vittoria sia a squadre che individuale agli internazionali d'Italia e un ottavo posto in Olanda. Ma nella carriera anche il titolo di Campione Italiano assoluto del 2017 e ancora il primo posto nelle discipline individuale tecnico, freestyle individuale alla Coppa delle Nazioni del 2018 dove arrivò anche il successo di squadra. La Ligure, che da anni si allena in Lombardia, sarà in gara nel paradressage di equitazione grado 3 su Oliver-Vitz.

Gian Filippo Mirabile ha invece conquistato il pass paralimpico nel Pararowing in coppia con Chiara Nardo. Dopo anni e di successi nel Paratriathlon con la conquista anche del titolo mondiale per il genovese, 53 anni, che di recente si è avvicinato al canottaggio ha centrato subito il traguardo paralimpico. Una crescita esponenziale, in appena tre anni è passato dal corso di avviamento Cip Inail alle Paralimpiadi di Tokyo. Mirabile gareggerà al Sea Forest Waterway, il campo di regata situato sull'isola artificiale Central Breakwater, nella baia di Tokyo. Insieme a Chiara Nardo è arrivato un quinto posto ai campionati europei che ha permesso di centrare il pass per Tokyo. Per Mirabile nel 2019 la vittoria al campionato italiano di remoergometro indoor. Successi in serie anche a livello internazionale: terzo posto alla coppa del mondo a Linz nel singolo. A Los Angeles la vittoria nel campionato del mondo al remoergometro indoor. Nel 2020 a Copenaghen l’oro al campionato europeo. E poi ancora un secondo posto al campionato mondiale al remoergometro indoor di Parigi. Nell'anno Olimpico sono arrivati i successi in serie nel campionato italiano indoor, nel campionato europeo e nel mondiale indoor oltre al campionato italiano singolo e la vittoria nella gara internazionale disputata a Gavirate. Per Mirabile anche una lunga serie di record del mondo al remoergometro: 100 metri, 500 metri, mille metri, 2mila metri, 5mila metri, 6mila metri, 10mila metri, 21km e 42km.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paralimpiadi Tokyo 2020: oro e record per il genovese Bocciardo

GenovaToday è in caricamento