Pallanuoto femminile: Rapallo di scena a Catania, Bogliasco ospita Imperia

Le gialloblù di Antonucci non stanno facendo male, ma quella di Catania sarà la partita della verità. Vuole i tre punti anche Bogliasco Bene

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di GenovaToday

Dopo una settimana di sosta riprende il campionato di A1 femminile. Per il Rapallo una trasferta insidiosa, per Bogliasco invece una sfida contro l'ultima della classe, da non prendere assolutamente sotto gamba.

Le gialloblù di Antonucci non stanno facendo male, ma quella di Catania sarà la partita della verità, utile a misurare la loro reale forza. "Giocare in una vasca così ostica - dice Federica Lavi, portiere del Rapallo - non sarà semplice, ma abbiamo lavorato tanto anche per questo durante la settimana sfruttando al meglio la pausa. Come sempre andremo in acqua per vincere e raccogliere il massimo ".

Tra le fila dell'Ekipe Orizzonte, avversario temibile e terzo in classifica, milita un'evergreen della pallanuoto, Tania Di Mario, colei che con il club e la Nazionale ha vinto tutto quello che c'era da vincere. " E' una giocatrice fondamentale per loro - prosegue l'estremo difensore - e il gioco passa tutto dalle sue mani. Come si ferma? Io e le mie compagne proveremo a renderla il meno offensiva possibile anche se sappiamo non sarà una passeggiata ".

Appuntamento in terra siciliana, dove il Rapallo vorrà tornare con un risultato positivo, fischio d'inizio alle ore 15. Vuole i tre punti anche Bogliasco Bene, la prima della Rarirosa con il nuovo sponsor, tra le mura amiche della " Vassallo " contro l'Imperia fanalino di coda, in serata, alle 18. Proseguire il cammino e inanellare quella che sarebbe la terza vittoria consecutiva, un modo per incrementare la fiducia e continuare il progetto di crescita. La squadra di Sinatra non dovrà fare l'errore di sottovalutare un avversario sulla carta inferiore ma che porta pur sempre un nome importante. L'atteggiamento sarà la cosa più importante, lo sa bene l'altro il suo portiere e capitano, da una vita a difendere i pali del suo Bogliasco.

Carola Falconi di partite ne ha giocate e sa quanto possa essere difficile psicologicamente affrontare una gara sulla carta già scritta: " Massimo rispetto per l'Imperia, una squadra che ha sempre creduto nella forza nel gruppo e, nonostante gli zero punti in classifica, finora non ha mai mollato. Saranno ancora più agguerrite ". Come ha dimostrato la squadra biancoblù anche in questa stagione quando l'attenzione è alta non c'è avversario che tenga, mentre le complicazioni arrivano quando si stacca la spina, ciò che non dovrà avvenire domani. " Loro hanno perso pedine importanti, è vero, ma noi dovremo guardare solo a noi stesse - aggiunge Falconi - perchè siamo il vero avversario del Bogliasco è il Bogliasco stesso. Serviranno ordine e cinismo, lo stesso mostrato a Prato, dove si è vista una buona performance al di là del risultato, per portare a casa i tre punti. Quando siamo contratte e non ragioniamo possiamo perdere con chiunque ".                                                                                   

Torna su
GenovaToday è in caricamento