menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il cuore di un papà, divenuto Ironman per curare i bambini

Grande impresa per Filippo Minuto, che tagliato il traguardo dell'Ironman di Vichy in meno di 11 ore. L'impresa ha un valore benefico in quanto si prefiggeva di raccogliere fondi per la ricerca contro il neuroblastoma

Dopo l'impresa ha voluto ringraziare sui social gli amici e i compagni di allenamento. Ma anche la Regione Liguria ha rivolto il giusto tributo a Filippo Minuto, reduce dall'aver concluso l'Ironman di Vichy in meno di 11 ore.

La distanza più lunga del triathlon prevede 226 chilometri di percorso suddivisi tra 3,8 di nuoto, 180 di bicicletta e i 42 chilometri e 195 metri della maratona, una gara ai limiti del possibile per raccogliere fondi per la ricerca a favore dell'Associazione italiana per la Lotta al Neuroblastoma, di cui lo steso Minuto fa parte.

L'annuncio del tentativo di compiere l'impresa era stato dato nella sede di Regione Liguria, occasione in cui il triathleta aveva invitato a 'scommettere' su di lui per raccogliere fondi per la lotta a questa malattia, uno dei più diffusi e pericolosi tumori che colpiscono i bambini in età prescolare, patologia che è stata diagnostica alla figlia di Minuto un anno e mezzo fa.

Filippo ha vinto la sua 'scommessa' e ora chi pensava non ce la facesse dovrà versare, con piacere ci sentiamo di aggiungere, la cifra pattuita con lui. L'importo totale sarà poi donato all'associazione. Una bella impresa, fra sport e altruismo. Bravo Filippo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caos autostrade: code anche in serata

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Costume e società

    TikTok sbarca in Liguria con la campagna #tiraccontolitalia

  • Costume e società

    Genova, quando i bambini andavano al mare con le "braghe redoggiae"

Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento