Coronavirus: Milan-Genoa a porte chiuse, incertezze su Samp-Verona

Il ministro dello sport Vincenzo Spadafora acconsente alla richiesta delle società della Lega Serie A di disputare il prossimo turno a porte chiuse nelle regioni a rischio a contagio, pertanto Milan-Genoa senza pubblico, incertezze su Sampdoria-Verona

Milan-Genoa va verso le porte chiuse. Il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, annuncia di voler andare incontro alle richieste avanzate dal mondo dello sport e «fermo restando il divieto di manifestazioni sportive aperte al pubblico per sei regioni del Nord Italia (Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Piemonte, Friuli Venezia-Giulia e Liguria)» acconsente allo svolgimento di gare a porte chiuse.

Calendario alla mano, Milan-Genoa, in programma domenica alle ore 12.30 allo stadio Luigi Meazza di Milano, salvo contrordini verrà regolarmente disputata, ma a porte chiuse. Stesso probabile sorte per il big-match Juventus-Inter, Udinese-Fiorentina, Parma-Spal e Sassuolo-Brescia.

Dubbi su Sampdoria-Verona, la gara è in programma lunedì 2 marzo alle ore 20.45, quindi fuori dall'ordinanza che prevede il blocco delle manifestazioni fino a domenica 1 marzo alle ore 24.00, ma si attende l'ufficialità della Lega Calcio in merito a questa gara.

Intanto resta grande perplessità sulla data del recupero di Inter-Sampdoria, visto l'impegno dei nerazzurri in ben altre due competizioni (Coppa Italia ed Europa League). Qualora l'Inter dovesse proseguire il suo percorso europeo infatti la prima data libera sarebbe mercoledì 20 maggio, ovvero pochi giorni prima rispetto all'ultima giornata di campionato. La dirigenza nerazzurra avrebbe però proposto l'inversione tra la sfida di Coppa Italia, prevista per giovedì 5 marzo, con il recupero contro la Samp (20 maggio), ma questo farebbe slittare di una settimana la finale di Coppa Italia, con il ritorno contro il Napoli che verrebbe disputato il 13 maggio (data originariamente prevista per la finale di Coppa Italia) e la finalissima che slitterebbe al 20 maggio. La Lega Calcio si è presa tempo per decidere sul da farsi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente di caccia a Bolzaneto: muore 58enne colpito per errore

  • Travolta da uno scooter a Sant'Eusebio, muore in ospedale: «Ciao Ale»

  • Tragedia al San Martino, trovato morto paziente allontanatosi dal reparto

  • A passeggio dopo il coprifuoco: «Stiamo tornando a casa dopo una festa con amici». Multati

  • Morta in un incidente, raccolta fondi per la famiglia di Alessandra Parente: donati gli organi

  • Albaro: festa di compleanno notturna a Villa Gambaro, i residenti chiamano la polizia

Torna su
GenovaToday è in caricamento