VIDEO | Torino-Genoa 0-0: cronaca e highlights

Buon punto per il Grifone in un match che vede le difese prevalere sugli attacchi. I rossoblù vanno in più occasioni vicini al vantaggio, ma Sirigu e la scarsa precisione delle punte vanificano le occasioni create. Zappacosta colpisce un palo

 

Il Genoa di Ballardini prolunga la serie positiva con un pareggio al "Grande Torino" contro l'ex Nicola. Match sostanzialmente equilibrato, ma i rossoblù si rendono senz'altro più pericolosi e ai punti avrebbero meritato il successo. Nel primo tempo grande parata di Sirigu su Czyborra, nella ripresa ci vuole il palo per salvare il Toro sulla conclusione di Zappacosta. Nel finale occasione colossale per Pjaca che colpisce debolmente.

La cronaca del match

Toro con un solo punto di vantaggio sulla terzultima e affamato di vittorie dopo i tre pareggi della gestione Nicola, tutti conquistati in rimonta con grande carattere. Ultima vittoria in casa il 16 luglio: 3-0 proprio contro il Genoa allenato da Nicola. Il Grifo si presenta invece forte della media punti da Champions fatta registrare dall'arrivo di Ballardini. Torna titolare Masiello, mentre a centrocampo tocca a Rovella vista la squalifica di Badelj. Confermatissimo Goran Pandev in appoggio a Destro. Le due formazioni cominciano affrontandosi a viso aperto: i primissimi minuti sembrano favorevoli ai granata, poi prende in mano le operazioni il Grifone. Ci prova subito Destro con un colpo di testa fuori misura, quindi il bomber rossoblù fallisce l'aggancio in area da posizione favorevole. I padroni di casa rispondono con una mischia sugli sviluppi di un calcio di punizione. Brutta notizia per Ballardini al 13': capitan Criscito si fa male dopo un contrasto con Zaza, e deve alzare bandiera bianca sostituito da Goldaniga. Il Genoa prosegue in ogni caso a organizzare la manovra, e al 22' Zappacosta si rende pericoloso con una discesa sulla destra interrotta da Nkoulou: qualcuno chiede il rigore, ma l'azione sembra regolare. Un minuto dopo calcio di punizione da buona posizione, ma Zajc non sfrutta a dovere l'opportunità e calcia sulla barriera.

Intorno alla mezz'ora torna a farsi vedere in attacco il Torino. Errore in disimpegno di Rovella, ne approfitta Belotti che punta verso la porta difesa da Perin ma viene provvidenzialmente contrastato da un ottimo intervento del subentrato Goldaniga. Al 33' errore di impostazione dei piemontesi, Strootman innesca il contropiede ma un errato controllo di Czyborra fa sfumare una potenziale occasione. Ancora Belotti protagonista con un colpo di testa su cross di Ansaldi, ma ancora una volta Goldaniga disturba il "Gallo" e lo neutralizza. Grandissima chance per il Grifone al 43': contropiede orchestrato da Zajc per Zappacosta, Destro manca il colpo di testa ma c'è a rimorchio Czyborra che conclude al volo di sinistro trovando la risposta da campione di Sirigu con i piedi. Nel recupero ancora pericoloso il Genoa, ma Bremer salva i suoi impedendo a Destro di concludere sul suggerimento di Strootman. Si conclude dunque a reti bianche un primo tempo divertente anche se per lunga parte privo di grandi occasioni. Nel finale, invece, molto pericolosi i rossoblù.

Nell'intervallo dentro Shomurodov per Pandev, e l'uzbeko sembra dare fin da subito una maggiore dinamicità. Il Toro prova comunque a farsi vedere con maggior costanza dalle parti di Perin. Al 49' Zaza richiede un rigore nonostante abbia colpito una zolla invece del pallone. Qualche minuto dopo torre di Belotti per Nkoulou, ancora una volta salva tutto Goldaniga. Al 57' Genoa ancora una volta vicinissimo al vantaggio: grande conclusione dai venti metri di Zappacosta e palo pieno con Sirigu inutilmente proteso in tuffo. Sfortunati i rossoblù, che adesso meriterebbero decisamente il goal. I ragazzi di Ballardini provano a prevalere sul piano del palleggio e affondare sugli esterni, i granata rispondono con sfuriate improvvise che si basano soprattutto sulla pericolosità di Belotti. Poche occasioni da rete in questo frangente, con le difese che si fanno senz'altro preferire sugli attaccanti. Destro e Shomurodov sono meno pericolosi di prima, e allora Ballardini gioca la carta Pjaca al posto del capocannoniere rossoblù.

Il Toro prova ad aumentare la pressione, e il Genoa retrocede il baricentro. Qualche iniziativa del neoentrato Verdi che prova a innescare Belotti, ma la retroguardia genoana controlla senza troppi patemi. Il Grifone si rende anzi ancora molto pericoloso in contropiede. All'80' cross di Zappacosta per Shomurodov, Singo anticipa l'avversario con un colpo di testa che per poco non sorprende lo stesso Sirigu. Altra occasione clamorosa due minuti dopo: ripartenza letale con Zajc che finta il tiro e serve Zappacosta, assist per Pjaca che di testa a colpo sicuro consegna il pallone tra le braccia del portiere granata. All'86 Strootman torva Shomurodov in area, ma l'uzbeko fallisce l'aggancio confermando quella che per gli attaccanti non è stata una giornata di grazia. Nel recupero azione caparbia di Belotti che guadagna un fallo da posizione favorevole, ma Verdi sciupa il calcio di punizione calciando alto. Finisce dunque a reti bianche, per il Grifone un buon punto che prolunga la serie positiva e tiene lontani i granata.

TABELLINO E VOTI

TORINO-GENOA 0-0

Torino (3-5-2): Sirigu 6.5; Izzo 6, Nkoulou 6, Bremer 6.5; Singo 6.5, Lukic 5.5 (71' Baselli 6), Mandragora 5.5, Rincon 6 (80' Linetty sv), Ansaldi 6 (80' Murru sv); Belotti 6, Zaza 5.5 (71' Verdi 5.5). All.: Nicola.

Genoa (3-5-2): Perin 6; Masiello 6.5, Radovanovic 6, Criscito sv (18' Goldaniga 7); Zappacosta 6.5, Strootman 6.5, Rovella 6, Zajc 6, Czyborra 6; Pandev 5.5 (46' Shomurodov 6), Destro 5.5 (77' Pjaca 5.5). All.: Ballardini.

Arbitro: Pasqua di Tivoli.

Note: ammoniti Criscito, Rovella, Goldaniga, Bremer, Izzo, Radovanovic.

Potrebbe Interessarti

Torna su
GenovaToday è in caricamento