Genoa, continua la protesta dei tifosi: striscioni contro la ripresa

Due striscioni in due giorni all'esterno dello stadio Luigi Ferraris, continua la protesta dei tifosi del Genoa contro la ripresa della Serie A

Mentre il Comitato Tecnico Scientifico dà il suo ok al nuovo protocollo e il consiglio federale decide di riprendere anche Serie B e Serie C, a Genova c'è chi continua a non gradire la scelta di tornare in campo.

Dai comunicati stampa si passa agli striscioni, due in due giorni. “No al calcio senza i tifosi”, firmato 5r (nella foto), ovvero Via Armenia 5r, storico gruppo rossoblù, è apparso nella giornata di martedì all'esterno dello stadio Luigi Ferraris. Mercoledì gli ha fatto eco lo striscione “Stop football”, firmato B.S. (Brigata Speloncia, uno dei gruppi genoani della Gradinata Nord).

Pochi giorni fa sia i tifosi del Genoa che quelli della Sampdoria avevano aderito al comunicato internazionale, firmato da oltre 350 tifoserie di tutta Europa, contro la ripresa dei campionati. Insomma, la visione delle tifoserie organizzate genovesi continua ad essere in netto contrasto con le intenzioni della Lega Calcio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente di caccia a Bolzaneto: muore 58enne colpito per errore

  • Travolta da uno scooter a Sant'Eusebio, muore in ospedale: «Ciao Ale»

  • All'asta le sneaker della Lidl. Anche mille euro per una taglia 38

  • Tragedia al San Martino, trovato morto paziente allontanatosi dal reparto

  • A passeggio dopo il coprifuoco: «Stiamo tornando a casa dopo una festa con amici». Multati

  • La risposta ligure alle scarpe della Lidl? Ci pensa il comico Andrea Di Marco con il Movimento Estremista Ligure

Torna su
GenovaToday è in caricamento