menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Genoa Siena: duro comunicato del gruppo Via Armenia 5r

Il gruppo Ultras della Gradinata Nord ha respinto le accuse sui fatti accaduti in Genoa-Siena ribadendo la propria contestazione al presidente Preziosi

Il gruppo ultras della Gradinata Nord  del Genoa Via Armenia 5r ha diffuso ieri un duro comunicato per respingere qualsiasi tipo di accusa riguardo ai fatti di Genoa Siena e per contestare ancora una volta il comportamento del presidente Enrico Preziosi.

Ecco il contenuto completo del comunicato  «Come sempre chi sbaglia trova il modo di far apparire colpevoli gli altri, solo che noi non ci stiamo a fare i capri espiatori…..Ancora….. Se questa vicenda ha avuto tanto clamore è per colpa di Preziosi e della sua intervista a fine partita e delle dichiarazioni rese negli spogliatoi alla polizia, è lui che ha detto che i daspo sarebbero stati un’aspirina, è lui che ha chiesto punizioni esemplari e galera per i TIFOSI DEL GENOA, è lui che ha parlato di delinquenti di schiaffi e di ricatti….Tutto falso! NOI gli siamo serviti per rimediare all’errore di avere, lui, accusato i funzionari di Polizia di essere stati loro ad aver autorizzato i giocatori del GENOA a levarsi la maglia. NOI vogliamo chiarire che non abbiamo mai contestato Preziosi per come gestisce il GENOA… per chi vende o chi compra! Vista la moralità dei giocatori di oggi non è così importante, tanto meno ci interessano plusvalenze o quant’altro…il progetto lo conosciamo già.... Contestiamo a Preziosi di aver detto il falso sui TIFOSI DEL GENOA in più occasioni e sempre solo per pararsi il culo».

Circa le dichiarazioni di Preziosi ai microfoni di Telenord dello scorso mercoledì: «E ancora mercoledì 12 settembre ne abbiamo avuto la prova…Un’intervista patetica… Anzi un monologo senza contraddittori con i giornalisti proni e accondiscendenti alle sue falsità… Non avremmo nessuna difficoltà ad aprire una vera contestazione a questo personaggio…Ma per noi prima di tutto viene il GENOA… la NORD… e quindi pensiamo che quando il GRIFONE scende in campo sia DOVERE dei TIFOSI DEL GENOA sostenerlo, tutti insieme senza divisioni… nel BENE e nel MALE!!!
Riteniamo sia nostro DOVERE, in questo momento, aggregare al centro della NORD, intorno allo spazio vuoto dei diffidati, tutti quelli che hanno a cuore il VECCHIO GRIFONE! Verrà un tempo per tutto… ma prima di tutto viene il GENOA 1893.
Lasciamo Preziosi con le sue bugie che, una a una, vengono fuori e stringiamoci attorno alla squadra, perché se il progetto è farci sparire per costruire un nuovo stadio o fare una sola squadra, NOI TIFOSI DEL GENOA, ci dobbiamo opporre come abbiamo fatto nel 2005! Tutto il popolo insieme… Li abbiamo già battuti e possiamo rifarlo».

Il comunicato chiude con un ricordo per i diffidati: «Ricordiamo a tutti che quei ragazzi, che oggi, soli, stanno pagando, sono TIFOSI DEL GENOA, che quello che hanno fatto, lo hanno fatto per AMORE del GENOA e per rendergli davvero ONORE dobbiamo dimostrare di amarlo quanto loro!!! FINO ALL’ULTIMO UOMO!!!».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento