Genoa Marassi / Via del Piano

Genoa-Siena: custodia cautelare per 10 ultras rossoblù

La Digos di Genova ha eseguito dieci provvedimenti cautelari nei confronti di altrettanti ultras rossoblù per i fatti di Genoa-Siena. Si tratta di sette provvedimenti che dispongono gli arresti domiciliari e di tre che dispongono l'obbligo di dimora

La Digos della questura di Genova ha esegeuito oggi, giovedì 21 giugno 2012, dieci provvedimenti cautelari nei confronti di altrettanti esponenti della tifoseria ultras del Genoa, per i quali è stato accertato un ruolo di maggior responsabilità nei disordini avvenuti domenica 22 aprile 2012 in occasione della partita di campionato con Genoa-Siena.

In particolare si tratta di sette provvedimenti che dispongono gli arresti domiciliari e di tre che dispongono la misura dell'obbligo di dimora con divieto di allontanamento notturno. Tra loro i noti capi della Brigata Speloncia Mario De Montis e Fabrizio Fileni, meglio noto come Tombolone.

Complessivamente nel corso dell'indagine sono stati sottoposti a indagine oltre 100 tifosi per reati che vanno dalla violenza privata, alla resistenza a pubblico ufficiale, alle lesioni, al superamento indebito delle separazioni fra settori del plesso sportivo.

Inoltre centoventi tifosi sono già stati destinatari di provvedimenti di daspo emessi dal questore, diciassette dei quali con le prescrizioni dell'obbligo di firma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Genoa-Siena: custodia cautelare per 10 ultras rossoblù
GenovaToday è in caricamento