menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Genoa: lo striscione dedicato a Lo Monaco e gli applausi a Gasperini

Dopo le emozioni vissute nel match contro il Palermo e il tributo all'ex mister, il Genoa deve sfruttare la sosta per migliorare in fase di impostazione di gioco e intesa tra gli attaccanti

Nella partita contro il Palermo, il Genoa ha conquistato un solo punto, ma la serata al Luigi Ferraris ha regalato grandissime emozioni, soprattutto per il ritorno a Marassi di Gasperini.  L'allenatore del quarto posto, del bel gioco e della mentalità vincente ha lasciato grandi ricordi nelle menti dei tifosi, che lo hanno accolto con un lungo applauso e con cori d'affetto.

Il popolo genoano non ha dimenticato il lavoro svolto in quei quattro magici anni, in cui andare allo stadio e vedere una squadra ben messa in campo era un piacere. Emozioni, vissute intensamente anche dal tecnico di Grugliasco, che a fine gara ha dichiarato: « E'stata la cosa più bella della mia carriera, quando ci sono tante persone che ti applaudono e gratificano il tuo lavoro  è una sensazione davvero emozionante. Sono io che devo ringraziare i tifosi, non viceversa».

Anche l'altro grande ex della gara, Pietro Lo Monaco, è stato ricordato dal gruppo via Armenia 5r con uno striscione ironico: "Sei andato via da uomo di parola, grazie per averci provato”, una frecciata nei confronti del presidente Enrico Preziosi, che con Lo Monaco ha avuto delle divergenze di opinioni insanabili che hanno portato al divorzio.

Emozioni e risultato sono però da archiviare: ora c'è da affrontare al meglio la sosta di campionato, un'occasione ghiotta per mister De Canio per migliorare alcuni aspetti del gioco e dell'intesa tra i giocatori. Per esempio l'attacco:  Borriello in questo inizio stagione si è rivelato come da pronostico davvero prezioso sia in fase realizzativa che di presenza in mezzo all'area. Immobile, dopo il grande inizio stagione, ha forse un pò patito la presenza del compagno di reparto e deve ritrovarsi. Vargas, appena rientrato, è l'uomo che può fare davvero la differenza ma deve entrare a perfezione negli schemi di gioco del mister lucano. La difesa è stata ad oggi il reparto più affidabile, mentre il centrocampo è quello che crea più problemi perchè manca un uomo di carisma e grane qualità in cabina di regia.

Dopo la sosta, il Genoa è atteso da un'altra partita casalinga insidiosa, quella contro la Roma di Zeman, in programma domenica alle 20.45.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento