menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Genoa-Napoli 0-2: Pandev incontenibile, rossoblù ancora sconfitti

Un super Pandev abbatte il Genoa già nel primo tempo con una doppietta e fa gioire il Napoli. Buona la ripresa dei rossoblù, ma Reina non ha mai corso seri rischi

Non è certo con il Napoli che il Genoa deve conquistare i punti salvezza, però... Un due a zero che, visto così, sul tabellone, sembrerebbe descrivere una netta superiorità dei partenopei, a livello tecnico indubbiamente indiscutibile, ma non rende giustizia ad un grifone battagliero ed insidioso nel secondo tempo, soprattutto grazie ai cambi. Liverani ha parecchio lavoro da fare, certo, ma c'è trippa per gatti e, con avversari più abbordabili, i rossoblù hanno più di una carta da giocare.

LE PAGELLE

Prepartita
il match si apre all'insegna della festa tra le due tifoserie, gemellate da 31 anni: oltre 5000 i supporter napoletani che hanno raggiunto Marassi. Il Genoa recupera Kucka e Liverani sceglie da affiancargli Matuzalem, bocciando Lodi dopo le opache prestazioni post-derby.  Sul fronte partenopeo, Benitez punta nuovamente sul turn over, lasciando in panchina Hamsik e Higuain, ma il tridente offensivo è comunque di alto livello.

Primo tempo:
Il primo quarto d'ora scorre liscio come i cori incrociati dei tifosi ma, al 16' Pandev sfrutta una disattenzione collettiva della difesa genoana ed infila un Perin immobile. La superioritá del Napoli però si fa vedere ed al 24' arriva la doppietta del macedone. Anche in questa occasione non  è incolpevole la difesa schierata da Liverani. Il Genoa ci prova con scarsa convinzione ed al posto di Gamberini entra Stoian. Siamo al 36' e il match scivola verso l'intervallo con poche cose da segnalare.

Secondo tempo
Il Genoa sostituisce Antonini con Santana, il Napoli Albion con Cannavaro. I rossoblù scendono in campo con uno spirito completamente diverso e ci provano con maggiore convinzione Stoian e Gilardino. La palla, però non entra. Doppio cambio al 58' quando nel Napoli esce Zapata per Higuain e Matuzalem per Fetfatzidis. Il "Messi gerco" approfitta del palcoscenico e si fa vedere in più di qualche triangolazione, migliorando decisamente il silenzio in attacco tra Calaiò e Gilardino. Quest ultimo è protagonista di un episodio da moviola al 67esimo, quando     Damato fischia un fuorigioco dubbio e l'attaccante viene atterrato da Cannavaro in area. La partita si chiude a risultato invariato, dopo tre minuti di recupero.

Il tabellino

GENOA (3-5-2): 1 Perin, 5 Gamberini, 90 Portanova, 4 De Maio; 20 Vrsaljko, 8 Biondini, 33 Kucka, 27 Matuzalem, 3 Antonini; 11 Gilardino, 16 Calaiò. Allenatore: Fabio Liverani. In panchina: 53 Bizzarri (portiere), 32 Donnarumma (portiere), 2 Sampirisi, 14 Cofie, 9 Stoian, 77 Konate, 26 Centurion, 17 Santana, 33 Kucka, 44 Sokoli, 69 Sturaro, 18 Fetfatzidis

NAPOLI (4-2-3-1): 25 Reina; 18 Zuniga, Albiol, Britos, Armero; Inler, Behrami; Callejon, Zapata, Insigne; Pandev. Allenatore: Rafael Benitez. In panchina: 1 Rafael (portiere), 15 Colombo (portiere), 28 Cannavaro, 16 Mesto, 21 Fernandez, 20 Dzemaili, 22 Radosevic, 14 Mertens, 9 Higuain, 91 Hamsik

Arbitro: Damato di Barletta. Assistenti: Nicoletti e Longo. Quarto uomo: Bianchi. Arbitri di porta: Rizzoli e Valeri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento