rotate-mobile
Genoa Marassi / Piazzale Marassi

Genoa-Milan: prove di normalità, seicento tifosi rossoneri al Ferraris

Nessuna misura eccezionale in occasione di Genoa-Milan. La partita resta confermata venerdì 8 marzo 2013 alle 20.45. Luigi Ferraris a porte aperte dunque anche per i circa seicento tifosi rossoneri previsti

Genova - Nessuna misura eccezionale in occasione di Genoa-Milan. La partita resta confermata venerdì 8 marzo 2013 alle 20.45 (biglietti a 10 euro per le tifose). La decisione arriva dal comitato metropolitano per l'ordine e la sicurezza di Genova. Luigi Ferraris a porte aperte dunque anche per i circa seicento tifosi rossoneri previsti.

Fra le due tifoserie non scorre buon sangue da quel 29 gennaio del 1995 in cui Vincenzo Spagnolo venne accoltellato a morte da Simone Barbaglia. Dopo quel drammatico episodio, per anni i tifosi rossoneri non sono potuti venire a Genova. Tre anni fa il divieto è stato tolto, ma Genoa-Milan ha continuato a essere una partita ad alta tensione.

Vincenzo Spagnolo: il giorno del ricordo

Nel dicembre 2011 la partita venne sospesa per alcuni minuti per il lancio di fumogeni fuori dallo stadio. Ma dal 1995 molto è cambiato nella curva sud milanista e in gradinata nord genoana. Da quanto si apprese dopo la morte di Spagna, Barbaglia faceva parte di una nuova frangia della tifoseria, le Brigate 2, nata per divergenze politiche dalle Brigate rossonere, tradizionalmente più vicine alla sinistra.

Il nuovo gruppo prediligeva lo scontro sempre e comunque, inneggiando agli ideali della destra radicale. Fu in questo clima che maturò la tragica fine di Vincenzo Spagnolo. Barbaglia venne condannato a 14 anni e otto mesi. Oggi è libero. Altri ultras milanisti vennero processati e patteggiarono pene fino a un anno di carcere.

Dal 2006 non esiste più la fossa dei leoni, il gruppo più antico d'Italia, spazzato via da facce nuove in curva, personaggi, pare, legati alla criminalità organizzata. Da allora gli ideali di sinistra fra gli ultras rossoneri sono diventati minoritati. Il 25 gennaio del 2007, dopo Milan-Roma, Walter Settembrini, uno dei pochi dissidenti rimasti, venne aggredito brutalmente, finendo poi per due mesi in ospedale.

Nel recente passato c'è stato un processo a carico di tifosi rossoneri accusati di aver ricattato la società per avere in cambio biglietti gratis per lo stadio. In tutto questo, ogni anno a Genova si ricorda quel tragico giorno in cui Spagna perse la vita. Nel settembre 2010 Adriano Galliani ha chiesto ufficialmente scusa ai genitori di Vincenzo Spagnolo, ma non tutti i tifosi genoani hanno gradito.

Oggi si arriva a questo nuovo Genoa-Milan con alle spalle tutte queste vicende, ma con la speranza che con gli anni gli animi si siano calmati e la partita possa tornare a essere una normale gara di campionato e una festa di sport. È questo il desiderio dei due sindaci Marco Doria e Giuliano Pisapia. I due si sono rivolti congiuntamente ai cittadini delle due città per un accorato appello.

Cari cittadini,

venerdì sera allo stadio Ferraris di Genova scenderanno in campo Genoa e Milan, due squadre di grande tradizione e gloria sportiva. Siamo certi che offriranno al pubblico dei tifosi un grande spettacolo con l’agonismo, la correttezza e il rispetto reciproco che costituiscono valori fondamentali dello sport. Le due tifoserie potranno contribuire alla festa in un clima di grande serenità, animate da quella sana passione per la propria squadra che nessun risultato può scalfire. Sono ormai lontani gli eventi tragici che funestarono un dopo partita di diversi anni fa. Da allora le due squadre e le due tifoserie hanno moltiplicato le occasioni di incontro e di comune appello alla maturità dei comportamenti dentro e fuori lo stadio. Tutto questo fa bene al calcio, fa bene alla squadra del cuore, fa bene alla propria città.
Come sindaci di Genova e Milano rinnoviamo a tutti l’augurio di una bella partita. Da una gioiosa sfida calcistica possa trarre alimento una ancora più forte collaborazione tra le due città.

Marco Doria sindaco di Genova
Giuliano Pisapia sindaco di Milano

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Genoa-Milan: prove di normalità, seicento tifosi rossoneri al Ferraris

GenovaToday è in caricamento