menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Genoa-Milan 1-2: doppia beffa immeritata, un buon grifone non basta

Un gran bel Genoa cede in casa al Milan. Due gol beffa dei rossoneri che segnano con Taarabt e Honda nei momenti migliori dei rossoblù. Motta illude i tifosi per una rimonta che non arriverà mai

Dopo la Juventus, passa anche il Milan al Ferraris, ed è una nuova sconfitta immeritata dal Genoa. Gioca meglio la squadra di Gasperini, molto più pericolosa dalle parti di Abbiati, ma punita dai gol di Taarabt nel primo tempo e di Honda nella ripresa. Motta riapre tutto ad un quarto d'ora dal termine, poi Abbiati è miracoloso su Sturaro. Sconfitta immeritata, terzo ko di fila per il Genoa, ma la differenza con la prestazione di Verona è netta.

IL PAGELLONE

LA PARTITA C'è Fetfatzidis titolare e non Konatè. Gasperini sceglie il 3-4-3 e non rischia Antonini titolare confermando Motta. In difesa torna Burdisso. Nel Milan Balotelli parte fuori per via del raffreddore, gioca Pazzini. Buon Genoa nei primi minuti, con intensità e pressing la squadra di Gasperini mette in difficoltà quella di Seedorf, ma dalle parti di Abbiati non si corrono mai seri pericoli. Equilibrio sostanziale in campo, equilibrio spezzato come un fulmine a ciel sereno dalla discesa di Taarabt, nessuno va a chiuderlo, il marocchino si accentra e scarica un diagonale che non lascia scampo a Perin. Al 19' Milan in vantaggio. Il Genoa accusa il colpo, ma si scuote al 24' con la bella azione personale di Sturaro che si libera al limite, ma tira a lato. Genoa nervoso, ne fa le spese Sculli, ammonito e diffidato, niente Torino per lui. Genoa nervoso, ma anche pericoloso con Bertolacci al 35' che incrocia di sinistro con buona potenza, tiro di poco a lato. Poi è Mexes a rischiare il gollonzo, deviando di testa un cross di Sturaro. Milan in difficoltà. Prima dell'intervallo ci prova anche Marchese, Abbiati blocca a terra, ma il Genoa è vivo.

LE AZIONI MINUTO PER MINUTO

Nella ripresa si torna in campo con gli stessi effettivi e la prima occasione è ancora del Genoa con Fetfatzidis che si mangia Constant e da fuori area impegna severamente Abbiati. Ancora Genoa al 52' con il colpo di testa di De Maio alto di poco. Ma il calcio è spietato, si sa, e nel migliore momento del Genoa è il Milan a trovare di nuovo la rete. Honda si avventa su un lancio proveniente dalle retrovie, il giapponese corre in contropiede e supera Perin in uscita, Sculli prova a spazzare ma finisce anche lui dentro la rete. Gol del ko al 56'. Ma il Genoa non demorde e si riporta sotto con la sassata di Motta al volo sugli sviluppi di un corner, gran gol ad alto coefficiente di difficoltà. Siamo al 73'. Il Genoa ci crede, la Nord è una bolgia e Abbiati si supera sul bolide di Sturaro. Assalti finali con tutte le punte in campo (entrano Konatè e Calaiò), ma il Milan si chiude e porta a casa i tre punti, immeritatamente.

Il tabellino

Genoa-Milan 1-2

Reti: 19' Taarabt, 56' Honda, 73' Motta

Genoa (3-4-3): Perin 6, Burdisso 6, De Maio 6, Marchese 5.5, Motta 6.5, Bertolacci 6.5, Sturaro 7, Antonelli 5.5 (83' Konatè sv), Fetfatzidis 6.5 (83' Calaiò sv), Sculli 5.5 (70' Centurion 5), Gilardino 5. All. Gasperini. (A disp. Albertoni, Bizzarri, Antonini, Gamberini, Portanova, Cabral, De Ceglie, Cofie, Donnarumma).

Milan (4-2-3-1): Abbiati 7, Constant 6, Rami 7, Mexes 5.5, Bonera 5.5, De Jong 6, Montolivo 5.5, Kaka 4.5 (89' Poli sv), Taarabt 7 (84' Birsa sv), Honda 6.5, Pazzini 5 (74' Balotelli 6). All. Seedorf. (A disp. Gabriel, Amelia, Zapata, Silvestre, Emanuelson, Zaccardo, Abate, Robinho, Saponara, Cristante).

Arbitro: Banti.

Note: ammoniti Sculli e Abbiati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Invasione di pappagallini, il Comune lancia censimento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento