VIDEO | Genoa-Napoli 2-1: doppio Pandev stende i partenopei, accorcia Politano

Terza vittoria consecutiva per un Grifone inarrestabile: doppietta del macedone nel primo tempo, a nulla vale la rete di Politano nel finale

 

Momento magico per il Genoa, che fa secco anche il Napoli e vola in classifica. Ennesima magia di Ballardini e terza vittoria consecutiva dei rossoblù, la quarta in cinque partite. Il Napoli attacca, ma i goal li segna il Genoa: doppio Pandev nel primo tempo a capitalizzare al meglio gli errori dell'avversario. Nella ripresa è assedio, ma i campani riescono a rendersi davvero pericolosi soltanto a tratti. Politano la riapre ma è troppo tardi, per la terza giornata di fila è trionfo rossoblù.

La cronaca del match

Ballardini non recupera Shomurodov, e perde anche Masiello e Pjaca per problemi muscolari. Spazio a Goldaniga e Pandev, per il resto formazione confermatissima. Inizio non facile, con il Napoli che cerca subito di premere e trova la conclusione più volte nei primi minuti di gioco. Ci prova subito Zielinski, che recupera la sfera e calcia in porta trovando la deviazione di Perin, quindi in rapida successione ecco i tentativi di Lozano e Di Lorenzo, questa volta non particolarmente impegnativi per l'estremo difensore rossoblù. Il Grifone attende sornione, ed è letale all'11': erroraccio in uscita dei partenopei, Badelj serve Pandev che con grande freddezza non sbaglia a tu per tu con Ospina. Genoa in vantaggio, e Napoli che accusa il colpo. Solo Lozano mantiene un certo grado di pericolosità, e infatti al 18' ci vuole ancora un attento Perin per disinnescare l'azione personale del messicano, ma gli errori dei campani aumentano e il giro palla diventa lento e prevedibile. Rossoblù in controllo, con un ottimo Radovanovic a guidare la difesa e una cerniera di centrocampo che comincia davvero a funzionare. Una squadra come il Napoli, però, non va mai sottovalutata, e il Genoa rischia tantissimo al 24': sugli sviluppi di un calcio da fermo Petagna prova l'inzuccata e colpisce in pieno la traversa.

Capolavoro rossoblù al 27': azione lunga e manovrata, con la squadra di Ballardini che mantiene il possesso palla con autorità facendo girare i napoletani, quindi imbeccata per Zajc che trova in profondità Pandev e ancora una volta il macedone fa secco Ospina portando il risultato sul 2-0. Preparazione da manuale per un Genoa che sembra davvero lontanissimo parente di quello visto nella prima parte del campionato. Il Napoli non ci sta, e prova almeno a dimezzare lo svantaggio. Pericolo al 39' con Petagna che innesca Elmas, ma Perin dice di no. Altra azione azzurra al 43' con il pallone che finisce a Mario Rui, ma il tiro del difensore portoghese finisce alto. Il Genoa soffre in questo finale, e prima del fischio di Manganiello c'è ancora tempo per un tentativo di Zielinski bravo a sfondare ma non abbastanza da superare un attentissimo Perin.

La ripresa si apre con uno squillo di Zappacosta, tra i meno positivi nel primo tempo: controllo e tiro fuori misura. Gattuso si appella agli assi della panchina: dentro Insigne e Osimhen per una squadra totalmente a trazione anteriore. Comincia un vero assedio, con i partenopei decisi a schiacciare il Genoa nella propria metà campo. Bellissima conclusione a giro di Politano al 58', palla fuori di un soffio. Al 68' brutta entrata di Manolas su Pandev al limite dell'area: il greco si fa male e l'arbitro, forse tratto in inganno, inverte il fallo e fischia punizione a favore del Napoli. Ballardini intanto opera i primi cambi: Behrami per Strootman e Scamacca per Pandev. Il Napoli continua ad attaccare, ma il nuovo modulo iper offensivo costringe i campani a correre tanto e concedere qualcosa in termini di equilibrio. Al 71' percussione di Demme, Perin ancora attento.

Negli ultimi minuti aumenta la pericolosità degli ospiti, vicinissimi al goal al 78': cross di Lozano per Insigne e palla che sbatte sul palo. Al 79' entra Portanova per Destro, e il giovane fantasista arrivato dalla Juve è subito protagonista sfortunato: disimpegno errato e Politano ne approfitta per battere Perin in diagonale. Rete comunque meritata del Napoli, in pressione continua in questa fase. Genoa anche un po' nervoso in seguito ad alcune decisione arbitrali, in questa fase spesso e volentieri troppo permissive nei confronti degli ospiti. Assedio finale e Grifone nel fortino. Quattro infiniti minuti di recupero. Al 93' chance per Elmas servito da Lozano, tiro di prima intenzione e palla alta. Al 94' Mario Rui prova la simulazione, ma Manganiello questa volta è attento e lo sanziona con un giallo. È l'ultima emozione, il Genoa batte il Napoli 2-1 e si vendica della brutta sconfitta dell'andata. Dopo i successi negli scontri diretti, Ballardini fa secca anche una big e vola a metà classifica.

TABELLINO E VOTI

GENOA-NAPOLI 2-1

Reti: 11' e 27' Pandev, 79' Politano.

Genoa (3-5-2): Perin 7.5; Goldaniga 6.5, Radovanovic 7, Criscito 6.5; Zappacosta 6, Strootman 6.5 (68' Behrami 6), Badelj 7, Zajc 6.5 (88' Rovella sv), Czyborra 6.5; Pandev 8 (68' Scamacca 6), Destro 6 (79' Portanova 5.5). All.: Ballardini.

Napoli (4-3-3): Ospina 6; Di Lorenzo 6, Manolas 5.5 (69' Rrahmani 6), Maksimovic 5, Mario Rui 5.5; Elmas 5.5, Demme 6 (79' Bakayoko 6), Zielinski 5 (54' Insigne 6); Politano 6, Petagna 5 (54' Osimhen 5.5), Lozano 6.5. All.: Gattuso.

Arbitro: Manganiello di Pinerolo.

Note: ammoniti Badelj, Czyborra, Lozano, Rui.

Potrebbe Interessarti

Torna su
GenovaToday è in caricamento