menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Genoa Lazio 3-2 | Spettacolo a Marassi, biancocelesti ko

La squadra di Marino vince grazie a una magia di tacco di Palacio e alla doppietta di un ritrovato Jankovic. Prestazione convincente per i rossoblù, che prevalgono con merito contro una Lazio falcidiata dagli infortuni

Il Genoa ottiene ancora un 3-2 in casa e sfata il tabù Lazio: dopo 20 anni arriva la vittoria tra le mura amiche contro i biancocelesti, oggi sottotono e in piena emergenza infortuni. I rossoblù hanno meritato il successo, costruito con una buona copertura difensiva, un buon pressing a centrocampo e tanta qualità in attacco.

La squadra di Marino arriva così a quota 30 punti, la Lazio frena le ambizioni Champions e rimane a 39 punti.

CRONACA DEL MATCH Nel Genoa formazione confermata con Constant in difesa e Sculli e Jankovic a centrocampo. La Lazio è in piena emergenza difensiva: Reja deve schierare l’inedita coppia di centrali Diakité-Stankevicius con Garrido esterno basso. Hernanes si ferma nel riscaldamento prepartita e il tecnico biancoceleste manda in campo Rocchi a fianco di Klose.

La prima frazione è piacevole ed  è il Genoa ad essere più pungente: la Lazio fa molto possesso palla ma la squadra di Marino è brava a ripartire, infatti dopo solo 9 minuti va in vantaggio: su calcio d’angolo Palacio si inventa un gol di tacco incredibile che fissa il risultato sull’1-0. La Lazio prova a scuotersi con Klose, e spinge di più sulle corsie esterne con Lulic e Garrido, ma i difensori genoani sono attenti e con ottime diagonali e anticipi chiudono tutti i tentativi di pareggio. Al 24’ il Genoa trova il raddoppio grazie a un’incursione di Sculli sulla sinistra, cross in area e Jankovic mette dentro il gol del 2-0. La Lazio allora si rigetta in avanti e la difesa genoana manifesta ancora dei problemi sui calci d’angolo, ma la scarsa precisione dei giocatori capitolini e un grandissimo intervento di Frey lasciano inalterato il risultato.

Nella ripresa dopo solo 20 secondi il Genoa trova il gol del 3-0 ancora con Jankovic, ma la Lazio non demorde e prova ad accorciare le distanze: al 7’ minuto un ingenuo intervento di Mesto in area su Lulic viene sanzionato con il rigore da Tagliavento: Ledesma trasforma e riapre i giochi. La partita si fa allora più fisica e più cattiva: molti i cartellini estratti dall'arbitro, tra cui un rosso a Diakitè. In 11 contro 10 il Genoa va vicino al 4-1 con Gilardino e Birsa, che però sprecano malamente.  Al 90’ la partita vive gli ultimi sussulti, quando la Lazio segna in 10 il gol del 3-2 con Klose che beffa Constant e mette in area per Gonzalez. Ma non c’è più tempo, e il Genoa vince con merito una partita spettacolare che ha regalato emozioni fino alla fine.

CHIAVE DEL MATCH Reja è stato poco fortunato oggi, gli infortuni a catena lo hanno costretto a cambiare uomini e modulo più di una volta, ma contro un Genoa così determinato sarebbe stato difficile conquistare un punto anche con l'organico al completo

TABELLINO

RETI: Palacio al 9' p.t., Jankovic al 24' p.t. e 1' s.t., Ledesma rig. all'8', Gonzalez al 44' s.t.

GENOA (4-4-2): Frey; Mesto, Granqvist, Kaladze, Constant; Jankovic (dal 40' s.t. Birsa), Kucka, Biondini, Sculli (dal 33' s.t. Belluschi); Palacio, Gilardino. (Lupatelli, Sampirisi, Carvalho, Jorquera, Ze Eduardo). All. Marino.

LAZIO (4-4-2): Marchetti; Konko, Diakité, Stankevicius (dal 22' s.t. Biava), Garrido (dal 16' s.t. Rozzi); Gonzalez, Matuzalem, Ledesma, Lulic; Rocchi (dal 16' p.t. Candreva), Klose. (Bizzarri, Zauri, Scaloni, Hernanes). All. Reja.

NOTE: Espulso Diakité al 36' s.t.; ammoniti Constant al 7' p.t., Stankevicius al 32' p.t., Biondini al 42' p.t., Rozzi al 18' s.t., Kucka al 20' s.t., Mesto al 29' s.t.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Arisa si sposa con Andrea Di Carlo: tutti i dettagli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento