menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chievo-Genoa 2-1: Gilardino illude, l'ex Paloschi gela il grifone

Formazione discutibile e una prestazione non proprio all'altezza. Il Genoa esce sconfitto dal Bentegodi, ma non mancano le polemiche. Paloschi colpisce due volte su rigore, annullato un gol a Motta tutto da decifrare

L'illusione fa male. Fa male al Genoa che ad un minuto dal termine aveva pensato di acciuffare almeno il pari in casa del Chievo. E invece al terzo minuto di recupero una mezza ingenuità di Motta e la severità dell'arbitro hanno concesso un nuovo calcio di rigore ai clivensi. Batte l'ex dal dente avvelenato Paloschi e come nel primo tempo (fallo di Konatè su Stoian) supera Perin e fa esultare il Chievo. Genoa punito dall'arbitro (gol annullato a Motta molto dubbio), ma anche da alcune scelte di formazione di Gasperini (Cabral, De Ceglie etc). E domenica c'è la Juventus.

IL PAGELLONE

PREPARTITA Rivoluzione Gasperini. Il tecnico rossoblù sorprende tutti e manda in panchina Matuzalem, Portanova, Antonelli e Sculli. Titolari Cabral, De Maio, De Ceglie e Fetfatzidis. Parte dal primo minuto anche Marchese. Nel Chievo ci sono gli ex Stoian e Paloschi.

TUTTE LE AZIONI MINUTO PER MINUTO

LA PARTITA Pronti, via e il Chievo passa. Ingenuità di Konatè che sugli sviluppi di un corner stende Stoian. E' rigore, un freddissimo Paloschi non sbaglia. Genoa spaesato in campo, ancora Paloschi sfiora il raddoppio, ma poi è lo stesso attaccante ex Milan a salvare sulla line su De Maio. Al 31' l'episodio che farà discutere: gran tiro di Motta, si gonfia la rete. L'arbitro annulla per un fuorigioco considerato influente di Gilardino che ostacola la traiettoria. Decisione molto dubbia. Prima dell'intervallo ci vuole un super Perin per salvare su Hetemaj. Nella ripresa Gasperini cambia, fuori Antonini e un pessimo Cabral, dentro Cofie e Centurion.

Il Genoa spinge alla ricerca del pari, ci va vicino con Marchese e Gilardino, in generale lo meriterebbe. Entra anche Calaiò e il pari arriva ad un minuto dal termine. Calcio d'angolo, mischia furibonda in cui sbuca la testa del Gila. 1-1. Sembra fatta. Ma non lo è. Ingenuità di Motta stende Lazarevic, per l'arbitro è di nuovo rigore. Batte ancora l'ex Paloschi. 2-1 Chievo. Per il Genoa zero punti e tanti rimpianti. E domenica c'è la Juve.

Il tabellino

Chievo-Genoa 2-1

Reti: 6' e 93' Paloschi (2 rig.), 89' Gilardino

Chievo: Agazzi 6.5, Frey 6, Bernardini 6, Canini 5.5, Rubin 5, Rigoni 6, Guana 6 (37' Radovanovic 6), Guarente 6.5 (77' Claiton sv), Stoian 6.5 (70' Lazarevic 6), Hetemaj 6.5, Paloschi 7. All. Corini. (A disp. Puggioni, Squizzi, Aldovrandi, Dramè, Mbaye, Bentivoglio, Kupisz, Costa, Thereau, Pellisier, Obinna, Troiani).

Genoa: Perin 6, Marchese 6, De Maio 5.5, Antonini 5.5 (46' Cofie 5.5), De Ceglie 5.5, Sturaro 6, Cabral 4.5 (46' Centurion 6), Motta 5.5, Konatè 5 (67' Calaiò 5.5), Gilardino 6.5, Fetfatzidis 5.5. All. Gasperini. (A disp. Albertoni, Bizzarri, Portanova, Antonelli, Matuzalem, Sculli).

Arbitro: Gervasoni.

Note: ammoniti Konatè, De Maio, Motta, Canini e Cofie

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, da lunedì tutta la Liguria in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento