menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Genoa: Vrsaljko acciaccato, Antonelli e Marchese accelerano

Archiviato il doppio turno delle Nazionali, il Genoa si concentra sulla prossima sfida contro il Chievo. Dubbi sulla formazione, Vrsaljko è tornato acciaccato dalla Croazia, ma Antonelli e Marchese scalpitano

Qualificazioni mondiali archiviate, i nazionali rossoblù tornano a casa e si uniscono al gruppo in vista dell'importantissima sfida di campionato contro il Chievo, la prima di Gasperini davanti a quella Nord che non vede l'ora di riabbracciarlo.

Due turni di nazionale che hanno lasciato qualche strascico in casa del grifone. Vrsaljko infatti è tornato già martedì a Genova per via del fastidio muscolare avvertito nella fase del riscaldamento della gara degli Under 21 di Croazia e Svizzera. I primi esami hanno dato esito negativo, con il terzino che non dovrebbe avere lesioni muscolari. Ma il suo posto, per la gara interna con i clivensi resta in dubbio. Giovedì si saprà qualcosa in più.

Nessun problema invece per Gilardino, Kucka e Fetfatzidis, gli altri tre Nazionali rossoblù. Nazionali a dire il vero poco impiegati, solo il centrocampista slovacco ha giocato entrambe le gare, pochi minuti (meglio così) per la punta italiana e per il greco (entrambi scesi in campo solo nell'incontro di venerdì scorso).

E così a Pegli Gian Piero Gasperini può finalmente preparare la gara con il Chievo con quasi tutto l'organico a disposizione. Tra gli infortunati e squalificati di lungo corso tornano a disposizione rispettivamente Antonelli e Marchese, entrambi abili e arruolabili sull'out mancino al posto, con ogni probabilità, di Sampirisi. Sulla destra, se Vrsaljko non dovesse farcela, Antonini sarà riportato a centrocampo, con l'impiego di Gamberini (o De Maio) al suo posto. Si fa largo anche l'ipotesi Marchese tra i tre difensori centrali. Tantissimi invece i dubbi sul "tridente". Santana piace al tecnico, così come Stoian. Centurion e Fetfatzidis partono in svantaggio e se la dovranno vedere anche con il reinventato esterno Kucka.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo, parla l'esperto: «Ecco come mai stavolta il fenomeno è così intenso»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento