rotate-mobile
Genoa

Genoa, Gasperini: «Possiamo crescere ancora. Gilardino? Fantastico»

È un Gian Piero Gasperini soddisfatto quello che si presenta in sala stampa dopo la vittoria per 2-1 del suo Genoa al Ferraris contro il Chievo. Eroe di giornata Alberto Gilardino per cui il tecnico trova un solo aggettivo «fantastico»

Genoa-Chievo ha segnato il ritorno di Gian Piero Gasperini sulla panchina del Genoa al Ferraris (qui cronaca, pagelle e video della partita). «Ho avuto un'accoglienza incredibile – ha confessato il tecnico rossoblù - e spero di potere dare almeno una piccola parte rispetto a quanto ho ricevuto. Oggi però devo dire che sono stati molto bravi i giocatori che hanno sopperito ad alcune difficoltà».

«A livello di gioco però possiamo crescere ancora, non abbiamo utilizzato bene gli spazi anche se dietro siamo stati solidi» ha aggiunto l'allenatore.

Tre punti per risalire in classifica, conquistati contro una diretta concorrente. «Aver vinto oggi è stato molto importante – ha aggiunto – perché ci dà morale alla vigilia di tre gare difficili, una vittoria che è merito del gruppo».

Molti i singoli che si meritano gli elogi e anche qualche critica. «Marchese ha fatto bene anche se si vede che gli manca ancora il ritmo gara ma dopo tanto tempo so che non è facile. Lodi? Non è un problema, oggi ha sbagliato molto ma può crescere. Centurion è un ragazzo di vent'anni che ha fatto un buon esordio, purtroppo non è stato determinante mentre lui negli spazi può esserlo, quello di oggi è sicuramente un buon punto di partenza».

A trascinare la squadra però un Gilardino autore di una doppietta. «È stato fantastico – ha sottolineato Gasperini -. Gilardino è un giocatore importante fortemente motivato. Adesso sta a noi alzare intorno a lui la giusta qualità».

Una sconfitta pesante, la quarta consecutiva, arrivata al termine di una prova comunque buona per Giuseppe Sannino, che fatica a spiegare cosa sia successo. «Credo che il Chievo oggi abbia fatto una partita al di sopra delle aspettative, su un campo difficile contro una formazione che aveva cambiato da poco l'allenatore – ha spiegato il tecnico gialloblù -. Ai miei giocatori non ho nulla da dire, abbiamo ribattuto colpo su colpo al Genoa e messo in campo tutto. Potrei parlare di sfortuna ma credo che il secondo gol di Gilardino (rimpallo sul volto e palla in rete) sia l'emblema della nostra situazione».

Una classifica che ora inizia a preoccupare e una panchina in bilico. «Un allenatore è sempre in discussione, ma queste sono cose che non mi toccano. So che alla fine conta solo il risultato io sono qui per cercare di costruire qualcosa ma so anche che sono sempre con la valigia in mano e sono sempre pronto a quello che può accadere nel calcio. Però se avete visto la partita non si può proprio dire niente» (Ansa).

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Genoa, Gasperini: «Possiamo crescere ancora. Gilardino? Fantastico»

GenovaToday è in caricamento