menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Atalanta Genoa 1-0 | Continua il mal di trasferta dei rossoblù

I bergamaschi ottengono un'importante vittoria contro un Genoa versione trasferta da psicanalisi. Oggi non c'è stata la goleada, ma il gioco, la grinta e i tre punti sono un miraggio

Nessuna novità per il Genoa formato trasferta, che ancora una volta viene sconfitto lontano dalle mura amiche. A Bergamo finisce "solo" 1-0,  ma la squadra di Marino si dimostra ancora una volta senz'anima, priva di personalità e di stimoli. Decide un gol di Marilungo, subentrato nella ripresa, che rompe gli equlibri di una partita tutt'altro che bella. Il Genoa rimane quindi a quota 30 punti, a questo punto la partita di domenica contro il Chievo deve essere quella del riscattto, anche perchè c'è da raggiungere al più presto la quota salvezza,  ormai l'unico obiettivo rimasto a questa squadra senza attributi. L'Atalanta invece compie un importante passo in avanti verso la "quota di sicurezza" raggiungendo i 27 punti.

CRONACA DEL MATCH Marino manda in campo Veloso a centrocampo con Biondini e Kucka: fuori dunque Belluschi. Colantuono lascia Moralez, non al meglio, in panchina.

Nei primi 20 minuti di partita vige la prudenza tra le due squadre, che rimangono molto coperte evitando di esporsi alle azioni pericolose degli avversari. Il Genoa è attento e fa circolare bene palla, ma l'assenza di Gilardino là davanti si sente, eccome. Anche i bergamaschi faticano a costruire azioni degne di nota. Al 20' la prima dormita della retroguardia rossoblù, che sale male dopo la punizione battuta da Cigarini e lascia Denis tutto solo a destra libero di calciare. Ma il diagonale del Tanque attraversa insidioso tutta l'area di rigore e si spegne sul fondo. Il Genoa risponde poco dopo con uno splendido lancio di Veloso per Palacio, che controlla con grande classe la sfera e mette di poco a lato. Le due squadre, scampato il pericolo, tornano ad occuparsi più della fase difensiva che di quella offensiva,  e il gioco ne risente. Il primo tempo si chiude quindi sullo 0-0, risultato che fa notizia considerando la media gol subita dai rossoblù nelle ultime trasferte.

Nella ripresa la partita è più viva ma sempre brutta, le due squadre sbagliano moltissimi passaggi e si dimostrano decisamente modeste. L'occasione più ghiotta capita a Kucka, ma la traversa gli nega il gol del vantaggio; anche l'Atalanta ha una doppia clamorosa occasione con Denis, ma una parata di Frey e la traversa dicono no all'attaccante bergamasco. Ma il gol della Dea è nell'aria perchè il Genoa smette di giocare, rintanandosi nella propria metà campo e facendo fatica a costruire qualche azione ragionata: infatti al 34' il nuovo entrato Marilungo segna il gol del vantaggio al termine di un triangolo con Denis nel quale la difesa genoana è tutt'altro che aggressiva.

CHIAVE DEL MATCH Gli utlimi 5 minuti sono lo specchio del Genoa da trasferta di questo periodo: sotto di un gol i rossoblù non riescono a superare la metà campo, evidenziando una carenza di grinta e carattere davvero preoccupanti.

TABELLINO

MARCATORE Marilungo (A) al 34’ s.t.

ATALANTA (4-4-2) Consigli; Lucchini, Stendardo, Manfredini, Peluso; Schelotto (dal ’15’ s.t. Bonaventura), Brighi, Cigarini (dal ’37’ s.t. Cazzola), Carrozza; Denis, Gabbiadini (dal ’21’ s.t. Marilungo). (Frezzolini, Bellini, Moralez, Minotti). All. Colantuono.

GENOA (4-3-3) Frey; Rossi, Carvalho, Granqvist, Constant; Kucka, Veloso (dal ’26’ s.t. Belluschi), Biondini (dal ’36’ s.t. Jorquera); Jankovic (dal ’40’ s.t. Zé Eduardo), Palacio, Sculli. (Lupatelli, Birsa, Sampirisi, Krajnc). All. Marino.

Ammoniti Sculli (G), Stendardo (A) e Manfredini (A) per gioco scorretto

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento