menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Genoa, Delneri: «La vittoria contro l'Atalanta vale doppio»

Il tecnico friulano elogia i suoi giocatori, capaci di reagire dopo la batosta nel derby grazie al grande impegno e alla grinta. Complimenti speciali per il migliore in campo Frey

Il Genoa finalmente ha ritrovato una vittoria in campionato che mancava ormai da oltre due mesi: l'ultimo successo dei rossoblù risaliva al 23 settembre scorso, contro la Lazio, quando la squadra era ancora guidata da De Canio: da lì in poi solo pareggi e sei sconfitte consecutive delle ultime giornate.

Ma nel match contro l'Atalanta i rossoblù hanno saputo risollevarsi dopo la batosta nel derby sfoggiando una prestazione buona sotto molti punti di vista: nel primo tempo si sono visti dei progressi nel gioco, nella ripresa il cuore e la grinta dei giocatori genoani hanno contribuito in maniera determinante alla conquista dei tre punti.

Soddisfatto a fine partita mister Delneri: «Oggi i miei ragazzi hanno fatto vedere un gran cuore e tantissimo impegno; conquistare punti a Bergamo, dove in passato erano cadute squadre di prestigio come l'Inter, non era facile. Abbiamo avuto anche un pò di fortuna, Frey è stato bravissimo, ma la vittoria nel complesso è stata cercata. Il 4-1-4-1 si è rivelata l'arma tattica vincente, anche nel match contro il Napoli avevamo fatto bene con questo modulo. Per questo Immobile è partito dalla panchina. Ovviamente l'obiettivo è quello di giocare con due punte (Borriello e Immobile), ma lo faremo quando saremo in grado di sostenerle».

Il tecnico poi ha proseguito analizzando il periodo nero vissuto dalla squadra: «Era un momento particolarmente difficile ed il peso del derby perso poteva rappresentare un grande abbattimento morale.L'ambiente intorno a noi è stato favorevole e la reazione dei giocatori è stata ottima, hanno ritrovato il gusto di giocare a calcio e di aiutarsi come una vera squadra. Sarà un anno di sofferenza, ma con questo spirito possiamo ritagliarci uno spazio importante in questo campionato».

L'allenatore prosegue poi: «Abbiamo grandi risorse, il recupero di Vargas è fondamentale, anche se non è ancora al top: ho dovuto cambiarlo anticipatamente rispetto alle previsioni con Rossi, un altro giocatore che sta tornando da un infortunio molto lungo. La classifica è migliorata - ha concluso il tecnico - non dobbiamo guardarla ma concentrarci solo sulle prestazioni»

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento