menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Genoa-Sampdoria 2-3: Genova è blucerchiata, ma che paura!

Finisce 2-3 per la Sampdoria un derby che non si vedeva da anni. Blucerchiati in totale dominio del campo per 70 minuti vanno in vantaggio di tre reti ma rischiano una clamorosa rimonta grazie a uno scatenato Pavoletti

E' un derby pazzesco quello andato in scena questa sera al Ferraris. La Samp vince 2-3 grazie alla doppietta di Soriano ed Eder. Nel Genoa non basta la doppietta di Pavoletti. La squadra di Montella legittima la gara nel primo tempo ma dopo lo 0-3 di inizio ripresa crolla e il Grifone sfiora una clamorosa rimonta.

TUTTE LE AZIONI MINUTO PER MINUTO

Atmosfera da brividi per questo 111/mo derby della Lanterna. Le due squadre si presentano con il 4-3-3. Gasperini lascia in panchina il neoacquisto Rigoni e schiera Ntcham insieme a Dzemaili e Rincon. Pavoletti torna al centro dell’attacco. Nella Samp Montella si affida invece al tridente formato da Carbonero, Eder e Cassano. Fuori Muriel. In difesa c’è Moisander al posto di Silvestre con Regini largo sulla sinistra.

La gara inizia con quattro minuti di ritardo a causa dei fumogeni che riducono la visibilità. Subito Genoa pericoloso con la girata di testa di Pavoletti fuori di un soffio. La Samp, scampato il pericolo, concede il pallino del gioco ai rossoblù per punirlo in contropiede. Ed è proprio la strategia giusta. Al 18’ infatti Cassano scrive calcio con un passaggio tagliato, Burdisso lo sporca, la palla finisce a Soriano che tutto solo sblocca il derby. E’ 0-1. Il Grifone accusa il colpo e sbatte contro la difesa blucerchiata. Ci prova Laxalt ma il suo sinistro viene neutralizzato da Viviano. E’ l’ultima nitida occasione degli uomini di Gasperini perché la Samp trova il gol del raddoppio. Cassano lancia Carbonero sulla destra, il colombiano mette la palla in mezzo, serie di deviazioni, la palla finisce a Eder che dal limite dell’area la piazza con precisione alle spalle di Perin. La prima frazione si chiude con la punizione di Lazovic deviata dalla barriera.

La ripresa si apre con gli innesti di Rigoni e Suso per il Genoa ma la musica non cambia. La Samp trova infatti il tris ancora Soriano che approfitta di un contropiede di Regini e un assist al bacio di Cassano. La partita sembra finita. Sembra. Perchè succede di tutto. Pavoletti di testa riapre incredibilmente la gara con un perfetto colpo di testa. Lazovic sfiora un secondo dopo il 2-3. I blucerchiati crollano fisicamente e psicologicamente. Il Genoa trova così il gol che a dieci minuti dal termine trasforma il finale in una bolgia dantesca. E' ancora Pavoletti infatti con un'azione delle sue a scavalcare Viviano con un pallonetto e ad appoggiare il pallone in rete di testa. Il Genoa ci crede. La Samp trema. E' un Viviano miracoloso quello che salva la porta dopo una sfortunata deviazione di Regini. Barreto poi centra la traversa prima del triplice fischio. Il derby è in salvo per Montella. La festa è dalle parti della Gradinata Sud.

IL PAGELLONE DEL DERBY

TABELLINO e VOTI

Genoa-Sampdoria 2-3

Reti: 18’ e 49’ Soriano, 39’ Eder, 69’ e 81’ Pavoletti

Genoa (4-3-3): Perin 6; Izzo 5,5, De Maio 5, Burdisso 5, Ansaldi 5; Rincon 6 , Dzemaili 4,5 (46’Rigoni 5,5), Ntcham 5 (46’Suso 6); Lazovic  5 (82’Gakpè sv.), Pavoletti 7,5, Laxalt. 5,5 All.Gasperini. (A disp.  Lamanna, Donnarumma, Munoz, Marchese, Gomes, Tachtsidis, Pandev, Capel).

Sampdoria (4-3-3): Viviano 7; De Silvestri 6 (36’Cassani 5,5), Moisander 6,5, Zukanovic 6, Regini 6,5; Barreto 6, Fernando 6,5, Soriano 7,5; Carbonero 6,5, Cassano 7 (76’Muriel sv.), Eder 7 (59’Correa sv.). All.Montella. (A disp.  Puggioni, Pereira, Silvestre, Coda, Ivan, Palombo, Christodoulopoulos, Rodriguez, Krsticic).

Arbitro: Valeri

Note: ammoniti Izzo, Rigoni, Fernando, Ansaldi, Pavoletti, Burdisso

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, focolaio all'ospedale Galliera

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento