rotate-mobile
Sport

Cassano: troppa nostalgia di casa, prima si ritira poi ci ripensa

Antonio Cassano stupisce ancora, la nuova avventura con la maglia del Verona sembrava volgere già al termine con il giocatore che aveva annunciato il ritiro dal calcio per troppa nostalgia di casa. In conferenza stampa il ripensamento

Ebbene sì, Cassano è stato creato per stupire. Ed è così che dopo pochi giorni dall'inizio della sua nuova avventura con la maglia del Verona, il pibe di Bari aveva deciso di sorprendere nuovamente tutti: «Troppa nostalgia di casa», basta col calcio. 

Una nostalgia di Genova, Carolina e tutti i suoi affetti tanto grande da rescindere non solo il contratto con un basito Hellas Verona, ma anche da fargli annunciare il ritiro al calcio giocato all'età 35 anni (appena compiuti). Una notizia che di certo non avrebbe lasciato indifferenti i tifosi blucerchiati, ma che dopo qualche minuto ha stupito ancora di più.

In conferenza stampa il giocatore è tornato sui propri passi: «Ringrazio il presidente, dirigente e allenatore per avermi fatto cambiare idea: avevo nostalgia della mia famiglia, e loro l'hanno fatta venire su. Voglio vincere questa scommessa, e fare una stagione pazzesca».

Insomma la stagione di Cassano a Verona inizia così. #staytuned

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassano: troppa nostalgia di casa, prima si ritira poi ci ripensa

GenovaToday è in caricamento