rotate-mobile
Venerdì, 9 Dicembre 2022
Calcio

"Ferrero non mollare", lo sfottò dei genoani negli striscioni appesi in città

Diversi striscioni sono stati appesi in giro per la città dopo la ricomparsa dell'ex presidente della Sampdoria allo stadio Luigi Ferraris

Non c'è pace per la Sampdoria. Tra voci di cessione e un inizio di campionato disastroso arrivano anche gli sfottò dei tifosi del Genoa dopo la ricomparsa di Massimo Ferrero allo stadio, con annessa contestazione della tifoseria blucerchiata. L'ex presidente aveva poi abbandonato il Luigi Ferraris in anticipo, scortato dalla polizia.

Nella notte sono comparsi in città diversi striscioni inneggianti al 'viperetta', le cui immagini postate sui social sono presto diventate virali tra Facebook (da cui è tratto il collage in alto), chat e gruppi WhatsApp. "Viperetta torna in fretta", "Ferrero genoano vero", "Daje Viperè", "Ferrero non mollare" e "Amico Ferrero" sono alcune delle scritte che si leggono, qualcuno fa anche riferimento alle trattative per la cessione al gruppo guidato da Di Silvio, in uno striscione si legge infatti "Aspettando Al Thani non arrivi a domani".

Nella notte è anche comparso uno striscione firmato "La Sud" in cui si legge: "Via dall'U.C. Sampdoria gli infami, bugiardi e leccaculo di Ferrero". In questo caso un messaggio lanciato dalla tifoseria alla dirigenza blucerchiata che, nelle scorse ore, aveva fatto chiarezza e preso le distanze come cda dalla presenza dell'ex presidente allo stadio. Indaga la Digos.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ferrero non mollare", lo sfottò dei genoani negli striscioni appesi in città

GenovaToday è in caricamento